Zeitgroup, l’eccellenza riminese che aiuta le aziende a gestire la risorsa più preziosa: il tempo

Grazie al contributo della nostra redazione e alla collaborazione con Fattor Comune, diamo visibilità a realtà innovative e di riferimento di San Marino e della Romagna per poter trarne spunti, guardare avanti e comprendere come sta cambiando il lavoro.

Oggi abbiamo chiacchierato un po’ con Antonio Borsetti, fondatore di Zeitgroup.

Antonio, può parlarci brevemente della sua azienda?

“Zeitgroup è un’azienda riminese nata nel 1987 dalla fusione di un’azienda italiana, Socos (Società commerciali sistemi), e di un’altra mia americana, Zeitgroup LLC.

Da più di trent’anni gestiamo il controllo degli accessi per la sicurezza all’interno delle aziende e delle presenze, intese come la timbratura all’inizio e alla fine di un turno lavorativo. In pratica, noi alle aziende forniamo strumenti per gestire il tempo.

Con i nostri sistemi di Rilevazione Presenze e Controllo Accessi garantiamo un risparmio in termini di tempo e costi, migliorando la qualità del lavoro delle risorse aziendali.

Zeitgroup fu la prima azienda a livello nazionale ad informatizzare la gestione delle presenze con i primi terminali che riconoscevano i badge magnetici per la timbratura. Tutti questi dati poi confluivano in un software gestionale che li elaborava ai fini dell’esportazione alle paghe, agevolando tantissimo il lavoro delle risorse e del consulente. Successivamente abbiamo deciso di fornire tutte le nostre soluzioni in Cloud, questo perché offrire un servizio, anziché un prodotto, consente a tutte le aziende, dalle piccole e medie imprese alle grandi imprese, di ricevere il massimo della qualità in termini di hardware, software e assistenza. Per esempio, l’assistenza, nostro fiore all’occhiello, mantiene con una microimpresa lo stesso standard che ha per un’azienda di quattrocento dipendenti ed è sempre inclusa nel canone, che invece cambia in base alle dimensioni”.

Cosa Le chiedono in particolare i clienti in quest’ultimo periodo?

“Molte aziende, negli ultimi due anni a causa dell’emergenza coronavirus, si sono rivolte a noi perché avevano bisogno di far lavorare anche da remoto i propri collaboratori. Grazie a noi, il personale può timbrare tramite lo smartphone, registrando l’orario di inizio e di fine, su quale progetto ha lavorato e da dove sta lavorando. Per un anno e mezzo abbiamo concesso gratuitamente alle aziende i nostri strumenti mobile affinché potessero valutare l’efficienza di ciò che serve per identificare in tempo reale il lavoro svolto dai propri collaboratori. Attualmente sono 21.135 i prodotti e terminali venduti o noleggiati, 320.875 le persone che utilizzano prodotti Zeitgroup e oltre 15 milioni il totale delle timbrature effettuate sui nostri sistemi ed è inutile dire che questi numeri ci riempiono d’orgoglio, così come le valutazioni che i nostri clienti lasciano al termine di ogni intervento di assistenza.

Insieme alla possibilità per i dipendenti di timbrare con lo smartphone, abbiamo permesso alle aziende di verificare il Green Pass dei collaboratori, controllare temperatura e mascherina tramite i nostri dispositivi, agevolando tantissimo il personale che altrimenti avrebbe dovuto verificare manualmente”.

Com’è fare impresa ai tempi del coronavirus e, secondo Lei, cosa manca attualmente per poter fare impresa nel migliore dei modi?

“Fare impresa è nel nostro DNA e l’attuale periodo storico, condizionato dall’emergenza coronavirus, è stato per noi proficuo. Nelle 3.500 aziende che gestiamo abbiamo visto che la moria di lavoro è stata bassissima, come se non ci fosse mai stato il Covid-19. Anzi, ci sono aziende che stanno crescendo anche a livello di personale lavorativo e rappresentano l’80% dei nostri clienti. È una grande soddisfazione non solo per noi ma anche per l’Italia intera. Tuttavia, manca fare rete per poter fare impresa nel migliore dei modi. Non bisogna essere gelosi dei propri progetti; bisogna invece crescere nel mondo della digitalizzazione”.

Quanto contano il digitale e l’innovazione nel settore a cui appartiene la Sua azienda?

“Realizzare un prodotto nel settore del digitale vuol dire dare vita a un prodotto che diventa già vecchio dopo pochi mesi. O c’è un’evoluzione continua sullo sviluppo del digitale da parte delle aziende o il mercato deciderà per loro. L’evoluzione tecnologica degli ultimi 5 anni è stata pari a quella degli ultimi 20; l’evoluzione tecnologica dei prossimi 5 anni sarà invece pari a quella degli ultimi 50”.

Quanto sono importanti per la Sua azienda fare rete con collaboratori, fornitori e altre aziende, e condividere con gli altri le esperienze, le necessità e i valori di Zeitgroup?

“La condivisione è lo strumento più forte per far crescere le aziende nonché l’elemento predominante della cultura di Zeitgroup. Per questo motivo siamo parte attiva in ‘Fattor Comune’, un network di imprese e professionisti che porta cultura digitale e innovazione nelle imprese e sul territorio. Rimanere chiusi nel proprio habitat senza vedere cosa succede intorno vuol dire rischiare di fallire in brevissimo tempo. Bisogna guardare fuori e farsi guardare dentro senza alcun tipo di paura”.

Per ulteriori informazioni: https://www.zeitgroup.com/.

di ANDREA LATTANZI

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy