domenica 10 febbraio 2019 17:25
POLITICA

San Marino. Bronzetti e Zeppa annunciano interpellanza su vicenda Ali-Turki

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO CONSIGLIERI 

DENISE BRONZETTI  (PS)      –     MATTEO ZEPPA (RETE)

 

I Consiglieri Denise Bronzetti del Partito Socialista e Gian Matteo Zeppa del Movimento RETE depositeranno presso la Segreteria Istituzionale, nella giornata di domani, una interpellanza con richiesta di risposta scritta in merito alla vicenda Ali-Turki in riferimento agli investimenti che lo stesso Turki aveva anticipato voler fare nella Repubblica di San Marino.

di seguito il testo della interpellanza :

Nella giornata di sabato 9 febbraio 2019, sul sito della televisione di Stato http://www.smtvsanmarino.sm/cronaca/2019/02/09/parla-ali-turki-ecco-perche-saltato-progetto-oltre-500-mln-euro-aeroporto-ospedale-maxi-albergo  viene pubblicata una intervista al Sig. Ali Turki , in merito ad investimenti che il sig. Turki aveva intenzione di fare in territorio , ed in particolare viene messo in evidenza dallo stesso Turki che tali investimenti sarebbero stati proposti al Governo Sammarinese assieme ad un gruppo cinese ed anche da una società Italiana : “Inizialmente, insieme all'amministratore delegato di un gruppo cinese, abbiamo avuto un incontro con il governo sammarinese per illustrare il progetto...Con alcuni funzionari abbiamo anche visitato le zone interessate, con l'idea di tornare successivamente con un team al completo del gruppo cinese..Abbiamo comunicato la data d'arrivo ma da San Marino ci hanno chiesto di rinviare di due mesi...Abbiamo aspettato dopodiché, con soldi miei, ho fatto arrivare a Milano il team di 15 persone dalla Cina. Anche una società italiana era interessata...Ma alla fine è saltato tutto perché per questioni burocratiche non è stato possibile visitare i siti e fare gli approfondimenti necessari, compresa l'analisi dei costi. Tutto doveva essere finanziato dal gruppo che includeva i cinesi”.

In commissione esteri nella seduta del 14 maggio 2018 , al comma 7 : “Riferimento del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, ai sensi dell’art.16-bis, comma 14 della Legge n.118/2010 come introdotto dall’art.19 della Legge n.94/2017, su numeri ed esiti in materia di residenze elettive e successivo dibattito” il Segretario di Stato riferisce in merito alla residenza del Sig. Turki e agli investimenti dello stesso che ha intenzione di fare nella Repubblica di San Marino  questo il report della agenzia di stampa dire : http://www.dire.it/15-05-2018/202189-report-della-commissione-affari-esteri-del-14-maggio-seduta-notturna/  “Rispondo infine sulla questione dott. Turki. I due percorsi, residenza elettiva e investimento, sono sempre stati svincolati, io ho seguito la questione della residenza. A quanto mi risulta la trattativa è ancora in piedi e non ho novità in merito, anche perché non credo sia io a dover sapere e a dover dare informazioni. Quando si è manifestato l’interessamenti di Turki, l’ho salutato come dato positivo, anche solo l’interesse è un dato da valutare positivamente. Ci tengo a sottolineare che anche qui non è solo questione di residenze elettive, ma dobbiamo smettere di guardare chi viene a San Marino con sospetto. Dobbiamo guardare investitori con la schiena dritta, sapendo ci sono regole che tutti devono rispettare e dobbiamo pretendere di accogliere persone per bene e considerate per bene in base alla legge. Non possiamo sindacare altro. Sull’iter: la delibera cessa i suoi effetti dopo il 90° giorno, se una persona vuole fare di nuovo richiesta può farlo, riproducendo i documenti necessari per l’avvio dell’iter - Su quanto detto per intervista: sembra che il governo debba rispondere sempre di tutto. La notizia di una persona che voglia acquistare un istituto di credito del nostro Paese credo sia una notizia, se il giornalista vuole fare una intervista per saperne di più, rientra nei compiti del giornalista in oggetto, non mi sento di muovere alcuna critica al direttore Romeo che bene ha fatto a fare l’intervista. Sugli obiettivi dati da Turki, l’ho incontrato in totale 2 volte e su queste proposte di investimento ho fatto presente quali per me erano possibili e quali invece mal si conciliavano con le esigenze del nostro Paese.

Sempre in Commissione Esteri in data 7 novembre 2018 viene presentato a firma Rete, Ps, PDCS un ordine del giorno, respinto a maggioranza che chiedeva di “poter accedere e prendere visione delle intere documentazioni attestanti le richieste pervenute e depositate presso il Dipartimento Affari Esteri per le tipologie” di residenza indicate nella Legge 94/2017 art.19 comma 1a e 1b

Alla luce di quanto dichiarato da Ali Turki alla Televisione di Stato, si interpella il Governo e si richiede risposta scritta  per conoscere:

  • Se corrisponde al vero che ci sono stati incontri con una Delegazione di Governo e il Sig. Ali Turki in merito agli investimenti in territorio;
  • In caso affermativo si chiede di conoscere :

a)   Quanti incontri ci sono stati;

b)   In quale sede si sono svolti e chi presente del Congresso del Stato;

c)   Se sono state fatte trasferte fuori territorio da parte di una delegazione del  Congresso di Stato per discutere di questi investimenti;

Inotre Ali Turki afferma, poi che gli investimenti sarebbero stati fatti con un gruppo Cinese ed una società Italina, si interpella pertanto il Governo per sapere se :

⁃           il Congresso di Stato era a conoscenza di questo gruppo Cinese e della società Italina, ed in caso affermativo si chiede di conoscere nel dettaglio la compagine societaria di entrambi i gruppi imprenditoriali;

⁃           Chiediamo inoltre, se sono stati presentati documenti ufficiali di presentazione degli investimenti - Business-Plan - Progetti preliminari e quali erano le aree del territorio identificate per gli investimenti in oggetto.  Ed in caso affermativo richiediamo copia di tale documentazione.

 

San Marino il 10.02.2019

I consiglieri

Denise Bronzetti (PS)

Gian Matteo Zeppa (RETE)