giovedì 1 aprile 2021 09:08
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Tassa di soggiorno non versata al Comune, 58 albergatori nei guai

Rimini. Tassa di soggiorno non versata al Comune, 58 albergatori nei guai

Tassa di soggiorno non versata al Comune, 58 albergatori nei guai

Rispunta anche l’accusa di “peculato”: sequestrati 110mila euro a otto titolari di strutture ricettive

ANDREA ROSSINI. La Guardia di finanza alla caccia degli albergatori che non hanno pagato la tassa di soggiorno. Viene contestata l'accusa di peculato, che alcuni pensavano “cancellata” anche retroattivamente dal decreto ristori, scattano i sequestri sui conti correnti di otto imprenditori per complessivi 110mila euro, con un occhio a possibili casi di evasione fiscale.
La contestazione dell'omesso versamento nelle casse del Comune di Rimini dell'imposta di soggiorno riguarda il periodo 2015/2019. In quel periodo la legge vigente inquadrava gli albergatori come incaricati di pubblico servizio in ordine alla riscossione del particolare tributo locale. (...)

Tratto dal Corriere Romagna

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782