A San Marino i cordoni ombelicali degli italiani

La Repubblica di San Marino è destinata ad essere sempre più il luogo della conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale dei neonati italiani, come ha denunciato la senatrice dei Radicali –Partito Democratico, Donatella Poretti.

Ne tratta Francesca Biliotti di Corrirere Romagna-San Marino.

La questione è tornata di attualità a seguito del non rinnovo di una ordinanza in Italia che regolava la conservazione di dette cellule in biobanche private in territorio italiano.
Ha detto, fra l’altro, la senatrice: ‘ogni anno i numeri dei cordoni che superano le frontiere raddoppiano. Caso limite e’ quello di
San Marino, dove proliferano le biobanche private: gia’ quattro sono autorizzate per ospitare i cordoni dei bambini che nascono in Italia, solo il
Bioscience Institute ne conserva 2.500
‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy