A San Marino inaccessibili i verbali del Consiglio. E non solo

La Repubblica di San Marino si distingue nel panorama degli Stati per la impossibilità, stabilita per legge, per i cittadini di accedere ai verbali del Consiglio Grande e Generale, cioè il parlamento.
Verbali che non vengono nemmeno compilati. Delle sedute del Consiglio dal 1986 viene effettuata solo una registrazione sonora, la quale è accessibile solo ai consiglieri ed ai giudici limitatamente alle questioni che rientrano nell’esercizio dei loro compiti di amministratori della giustizia.
Appare perciò quasi ridicola – su La Tribuna Sammarinese – la protesta, ovviamente legittima e fondata, dell’ing. Gilberto Rossini, per le difficoltà che incontra nel consultare i verbali della Commissione Urbanistica per svolgere un lavoro che, a quanto pare, gli è stato commissionato dalla Amministrazione Pubblica.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy