A San Marino la crisi generale in risonanza con quella specifica di origine bancaria

Nella Repubblica di San Marino la crisi generale sta entrando in risonanza con quella particolare derivante dalle problematiche del settore bancario e finanziario dove lavorano ottocento addetti nelle dodici banche e cinquantotto finanziarie.
Paolo Rossi, Presidente dell’Unione Sammarinese Operatori Turistici su La Voce di Romagna-San Marino: ‘c’è come un effetto di stordimento. Ci troviamo a lavorare con un’occupazione camere ai minimi storici, quasi da chiusura. I clienti che viaggiano per affari, se prima venivano quelle tre, quattro volte al mese, adesso va già bene se passano una sola volta. Ci auguriamo che passati questi ultimi mesi invernali, si possa alzare la testa con l’arrivo della primavera. Ma ci aspettiamo aiuti anche dallo Stato‘.
Lo Stato di San Marino purtroppo potrebbe avere problemi già per conto suo, come lo stesso Rossi sembra realisticamente presagire: ‘se viene a mancare il gettito fiscale delle banche sarà un effetto domino‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy