Allarme dell’Usot: “Guerra e rincari, ritocco inevitabile sui prezzi dei menù a San Marino”

Il presidente Sartini: “Batosta sul turismo, tutte le materie prime sono aumentate e abbiamo già margini di guadagno bassi. Rischio contraccolpo psicologico per gli operatori che rischiano di gettare la spugna”

CARLA DINI – «La guerra in Ucraina? L’ennesima batosta per il Turismo: nel comparto serpeggia la depressione». Non usa toni in chiaroscuro Luigi Sartini, presidente dell’Unione sammarinese operatori del Turismo, mentre esprime viva preoccupazione per l’attuale situazione internazionale. «Come se non bastassero i prezzi alle stelle per utenze e materie prime, in un sistema che sembra impazzito, ora dobbiamo fare i conti con un conflitto di cui sconteremo le conseguenze anche sul lungo periodo», allarga le braccia. Ma non è tutto. «Si calcolava un incremento sul 30% per luce e gas ma ieri (venerdì, ndr) è uscita una circolare che – nota – anticipa l’arrivo di nuovi adeguamenti». (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy