Antonio Fabbri – L’Informazione di San Marino: Settimana fitta fitta di interrogatori importanti

L’Informazione di San Marino

Settimana fitta fitta di interrogatori importanti

Antonio Fabbri

Depositata ieri l’istanza per l’interrogatorio di Claudio
Podeschi e Biljana Baruca
da parte dei legali, Massimiliano Annetta, Stefano
Pagliai e Achille Campagna. Presumibile, quindi, che entro pochi giorni – oggi o
al massimo domani – l’audizione venga fissata.

Gli interrogatori della settimana. La settimana, d’altra
parte, è fitta di interrogatori tra testimoni e indagati. Nella giornata di oggi
dovrebbe essere sentito Pier
Marino Mularoni
, tra gli indagati nel filone definito della Penta
immobiliare
con le contestazioni di associazione a delinquere finalizzata al
riciclaggio. Tra le contestazioni mosse all’ex Segretario alle finanze, c’è
quella del passaggio
di denaro per l’acquisto della sede di Banca Centrale
.

 

Operazione per la quale, secondo
gli inquirenti, venne pagata una
mazzetta di circa 600mila euro
finita a diversi politici.
Ma è atteso sempre entro la
settimana l’interrogatorio per
rogatoria di Giuseppe Roberti
che aveva a suo tempo dato la
disponibilità per essere sentito
dalle autorità italiane. Il momento
dell’esecuzione della rogatoria
pare sia arrivato e domani
dovrebbe essere ascoltato oltre
confine. Una audizione da cui
potrebbero scaturire anche rivelazioni
interessanti stando a quanto
preannunciato dallo stesso Roberti
su queste pagine. Non è
escluso che possa essere presente
anche un commissario della legge
del tribunale sammarinese.

I recenti sviluppi delle indagini

Intanto le indagini proseguono
sulla galassia di società che sarebbero
riconducibili, secondo
gli inquirenti, agli indagati. In
particolare per quanto riguarda il filone che ha portato alla custodia
cautelare di Podeschi e Baruca, è
di lunedì una nuova perquisizone
presso lo studio commerciale
di Aldo Geri (vedi a lato). Ad
essere oggetto delle verifiche degli
inquirenti, comunque, è l’ex
studio associato Geri-Venturini-
Valentini, che aveva sede nello
stesso luogo, all’Admiral Point
di Dogana, anche se oggi i tre
ragionieri commercialisti non
sono più in attività assieme. I
tre professionisti non risultano
indagati e oggi verrà sentito
Aldo Geri come testimone. Gli
inquirenti ritengono, e a questo
sono indirizzate le verifiche che non riguardano la sola Rp società
del caffé della Baruca, che l’ex
studio associato abbia gestito
diverse altre società riconducibili
agli indagati. Società alle quali
si risalirebbe dalla ricostruzione
delle movimentazioni di denaro.
Sempre secondo i magistrati,
dunque, i soggetti giuridici che si
stanno scandagliando erano seguiti
in quell’ex studio associato.

Numerosissime società
Al di là di quest’ultimo sviluppo
delle indagini, sono numerosissime
le società che, secondo la magistratura,
erano utilizzate come
schermo per i passaggi di denaro
del contestato riciclaggio.
Per capire il proliferare di società
è d’altra parte emblematico quanto
emerge da uno degli ultimi
sviluppi delle indagini che rilevano
la creazione in un solo giorno
di almeno quattro di queste presso
lo studio notarile dell’avvocato
Silvia Cecchetti.
Tra i paesi sede delle tante srl
emerse finora c’erano, secondo
gli inquirenti, oltre a San Marino,
anche Isole Marshall, Gibilterra,
Inghilterra, Isole Vergini Britanniche,
Grecia, Cipro e Svizzera.

[Precisazione: Tra i casi più emblematici
riportati nei giorni scorsi di
costituzione di srl, c’è quello
della nascita di 4 società
nello stesso giorno riconducibili
alla Baruca.
Si precisa che la costituzione
di queste società, non è
stata fatta dal notaio Silvia
Cecchetti, ma da altro notaio
che operava nello stesso
immobile
]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy