Ap sui parcheggi a San Marino e società anonime

Leo Rondelli, Alleanza Popolare (coalizione Patto per San Marino, maggioranza in Consiglio Grande e Generale) torna sulla questione dei parcheggi che anche questo governo come tutti quelli che si sono susseguiti dal 1990 hanno creato e mantenuto a danno del bene comune.
Come per la famosa convenzione sui giochi anche questa è stata elaborata col consenso dei governanti del momento per recare il massimo danno allo Stato ed il massimo profitto alle società – anonime- coinvolte.

Per chi ancora non lo sapesse, nel 1990 il Governo, con la convenzione tra l’Ecc. Camera e l’impresa di costruzioni Rosso (riguardo ai parcheggi), ci hanno legato con un cappio una corda al collo, difficile da togliere senza dolore, oltretutto continuamente in rimessa per lo Stato, oltre ad avere il monopolio esclusivo su gran parte del territorio, sono state concesse diverse agevolazioni. Lo Stato deve inoltre supplire al mancato guadagno sic! (vedi sopra) per il reperimento di alcuni parcheggi che già erano dello Stato.
Mi piacerebbe sapere (se lo chiedono in tanti) come vengono fatti i controlli sugli introiti derivanti dai parcheggi; chi sono i proprietari? Forse chiedo troppo. Ecco un motivo in più, il perché sarebbero da abolire le società anonime.

Vedi articolo di Leo Rondelli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy