Carim: niente contatti con le Marche. Pasquinelli, Fondazione

Manuel Spadazzi di Il Resto del Carlino titola:  Carim, si cerca una soluzione riminese / Smentiti i contatti con Banca Marche, contatti con il tessuto economico locale

 Aspettano la Carim a braccia aperte. Da anni. E questo potrebbe essere davvero il momento buono. Dalla Banca Marche confermano il ‘forte interessamento’ per il principale istituto di credito riminese. Ma al momento, precisano, non c’è stato alcun contatto nè incontro formale tra i vertici della banca marchigiana e quelli di Carim.

Ci tiene a  ribadire questo anche la Carim. Ieri la Fondazione (che resta l’azionista di maggioranza della banca riminese, con il 71% di azioni) è intervenuta sui rapporti con Banca Marche. ‘Pur comprendendo che, nell’ambito del sistema creditizio, vi possa essere interesse verso Banca Carim, a riprova del suo valore, della sua solidità e della sua competitività, né in passato né oggi ci sono stati o sono in corso rapporti o contatti con altri istituti di credito, mirati a eventuali operazioni comuni’.

I vertici di palazzo Buonadrata definiscono ‘fantasiosa’, al momento, ogni ipotesi a riguardo. Ma in realtà la Fondazione Carim, in un passato non lontano, aveva avviato qualche discorso (assolutamente informale) con Banca Marche, per ragionare di possibili partnership. L’approccio è morto praticamente sul nascere, ma c’è stato. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy