Cinque albanesi arrestati per spaccio di cocaina tra Rimini e Milano Marittima

Vivevano in Romagna da anni, lavorando come muratori: un impiego che era solo una copertura per distribuire indisturbati la cocaina in riviera. Sono stati arrestati sabato i tre fratelli Bejleri insieme a Fusha Hazbi e Ndricim Barani, a capo di un’organizzazione che contava quindici ‘rivenditori al dettaglio’. La droga proveniva dal lago Maggiore.
Si trovano ora nel carcere di Forlì.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy