Consiglio Direttivo del Psd del 26-05-08

San Marino, 27 maggio 2008

COMUNICATO STAMPA

Si è riunito ieri sera il Consiglio Direttivo del PSD che ha ascoltato il riferimento del Segretario in merito agli sviluppi dell’iniziativa intrapresa dal Partito, con l’obiettivo di rilanciare con determinazione l’azione del Governo e della maggioranza nella responsabilità e nella chiarezza e di definire la coalizione di centro sinistra in base alla nuova legge elettorale.

Il Segretario Andreoli ha illustrato, nel corso della sua relazione, i contenuti del progetto di legge Obiettivo su cui, proprio nel pomeriggio di ieri, si è raggiunto l’accordo definitivo con AP, SU e DdC e che sarà avviato per l’iter consiliare entro la settimana.
Il Progetto di legge è la giusta base di lancio per una ripresa di operatività, finalizzata a promuovere nuovo sviluppo; a rilanciare il comparto turistico commerciale; a dare maggiori opportunità di studio e di lavoro ai giovani; a sostenere le famiglie in difficoltà o monoparentali; a progettare un riassetto del territorio, attraverso la realizzazione di infrastrutture e grandi opere pubbliche, la riqualificazione delle zone urbanizzate e la salvaguardia dell’ambiente; a porre limiti precisi alla concessione delle residenze in territorio e, attraverso la Consulta per l’Europa, ad aprire un dibattito serio sulle possibilità di integrazione della Repubblica nell’Unione europea.

E’ nota, infatti, la convinzione del PSD nel sostenere che i governi debbano essere giudicati dagli elettori sui risultati prodotti e sulla loro capacità di fare, piuttosto che sulle formule.
Il Segretario ha, inoltre, sottolineato come, proprio nell’ambito dell’iniziativa politica intrapresa, sia maturato, prima l’accordo di collaborazione con i Sammarinesi per la Libertà diretto ad intensificare i rapporti, al fine di integrare progressivamente il patrimonio politico e l’apporto di idee e di proposta dei SPL nell’ambito del PSD, condividendone decisioni e responsabilità; nonché il patto di collaborazione politica con i Democratici di Centro che intende affermare “La politica del fare” al servizio del Paese reale.
Entrambi gli accordi, unitamente al confronto avviato con gli EPS, che hanno ripetutamente dichiarato di riconoscere nel PSD un interlocutore privilegiato, rappresentano elementi positivi di un quadro politico in evoluzione che si viene adattando alle regole imposte dalla nuova legge elettorale.

Gli interventi succedutisi hanno condiviso la relazione ed espresso soddisfazione per il lavoro svolto sulla traiettoria della concretezza da tempo indicata dal PSD, sollecitando l’inizio del percorso di definizione della coalizione di centro sinistra.

Il Segretario ha concluso il dibattito richiamando il grande lavoro che resta da fare e la responsabilità nel portare a compimento il progetto definito, avviando una nuova stagione di riforme e di risposte concrete al Paese.

L’Ufficio Stampa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy