Ddc si tira fuori: non ha trattato con Casinos Austria nel gennaio 2008

Il dr. Michael Scherz, Consigliere Commerciale dell’Ambasciata austriaca, in
una lettera aperta indirizzata ai sammarinesi
ha accusato i governanti della Repubblica di San Marino di inaffidabilità per aver assicurato fino a pochi mesi fa che sul Titano si sarebbe potuto installare Casinos Austria, mancando poi all’impegno. Ecco un passo: ‘nel gennaio 2008 il Governo in carica aveva ufficialmente riconfermato l’attuazione della delibera nel rispetto degli impegni presi in precedenza con una lettera all’indirizzo del Ministro Federale dell’Economia e del Lavoro dr. Martin Bartenstein. Lo stesso contenuto è stato confermato al Vicecancelliere e Ministro delle Finanze Dr. Wilhelm Molterer.

La delibera in questione sarebbe stata approvata il 2 ottobre 2007
(Ddc non era al governo)

ma, a quanto pare, non figura fra quelle rese pubbliche sotto quella data.

Alleanza Popolare nei giorni scorsi, rispondendo pubblicamente al dr. Scherz, ha smentito che dopo il varo dell’attuale governo siano stati assunti impegni con Casinos Austria che, fra l’altro, sarebbero stati in contrasto col

programma di governo.

Ora è la volta dei Democratici di Centro a smentire contatti con Casinos Austria nel gennaio 2008 su La Tribuna Sammarinese che sabato 14 giugno aveva parlato di una loro presunta condiscendenza : ‘mai alcun esponente del nostro Movimento ha posto o si è interessato a questo problema, che peraltro ci è sempre stato estraneo ‘.
Non resta che aspettare le smentite di Sinistra Unita e del Partito dei Socialisti e dei Democratici e -c’è da augurarsi – una denuncia verso il dr. Michael Scherz per l’offesa all’immagine della Repubblica di San Marino e alle sue istituzioni.

Soprattutto si spera che Casinos Austria abbia chiuso definitivamente con San Marino
(vedi lettera di risposta al dr. Scherz).

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy