Due istanze d’arengo: Codice Etico e Convenzione Penale contro la Corruzione

L’Associazione Culturale Ephedra propone la presentazione delle seguenti istanze d’arengo:

——————————————

I sottoscritti cittadini sammarinesi avanzano la presente Istanza d’Arengo affinchè il Consiglio Grande e Generale della Repubblica adotti il

Codice Etico Europeo di comportamento per gli eletti locali e regionali proposto dal Consiglio d’Europa già dal 31/08/04;

considerato

che già più di 20 Consiglieri che fanno parte dell’attuale Consiglio Grande e Generale hanno sottoscritto al momento della loro candidatura il Codice Etico Europeo sopra citato su proposta dell’Associazione Ephedra,

considerato anche

• che tale sottoscrizione conteneva l’impegno di estendere a tutti i livelli le regole di comportamento in esso contenute e quindi di proporne l’estensione a livello istituzionale,

• che periodicamente vengono messe in circolazione notizie allarmanti attraverso gli organi di informazione circa scandali e insinuazioni riguardanti aspetti estremamente delicati della vita pubblica, che investono la nostra Repubblica anche nella sua immagine internazionale;

i cittadini istanti

sollecitano

l’approvazione del codice di cui sopra anche al fine di far cessare il clima di sospetto che rischia di estendersi qualunquisticamente sull’operato di tutte le persone e le istituzioni, minandone la credibilità ed allontanando la partecipazione popolare dalle stesse e dalla vita politica

——————————————————-

I sottoscritti cittadini sammarinesi avanzano la presente Istanza d’Arengo affinchè il Consiglio Grande e Generale della Repubblica adotti la
Convenzione Penale contro la Corruzione adottata dal Consiglio d’Europa il 27 gennaio 1999 a Strasburgo.
considerato
• che periodicamente vengono messe in circolazione notizie allarmanti attraverso gli organi di informazione circa scandali e insinuazioni riguardanti aspetti estremamente delicati della vita pubblica, che investono la nostra Repubblica anche nella sua immagine internazionale;
• che sullo stesso tema è stata proposta una nuova Convenzione ONU Contro la Corruzione sottoposta alla firma degli Stati dal 9 dicembre 2003 a Merida nel Messico;
• che San Marino è stato additato dall’”Alto commissario italiano per la prevenzione e il contrasto della corruzione nella Pubblica amministrazione” come uno degli ultimi stati in Europa a non avere sottoscritto la Convenzione sopra citata,
gli istanti
sollecitano
l’approvazione del documento di cui sopra anche al fine di far cessare il clima di sospetto che rischia di estendersi qualunquisticamente sull’operato di tutte le persone e le istituzioni, minandone la credibilità ed allontanando la partecipazione popolare dalle stesse e dalla vita politica

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy