Economia a San Marino: solo il settore bancario-finanziario cresce in volumi ed utili di esercizio

Il Presidente della Camera di Commercio della Repubblica di San Marino, ing. Enzo Donald Mularoni, ha presentato il rapporto sui dati economici relativi al periodo 2004-2006, prendendo in esame 2.022 società su un totale di 3.237.

Accanto al Presidente, c’erano il Direttore della Camera di Commercio, ing. Massimo Ghiotti, ed il dr. Massimo Guagnini di Prometeia s.p.a., rinomata società italiana di consulenza e ricerca economica e finanziaria.

Hanno presenziato all’incontro Tito Masi, Segretario di Stato all’Industria, e Stefano Macina, Segretario di Stato alle Finanze,
a nome del
governo.

Le società in esame sono così suddivise:

– 968 servizi,

– 475 attività di produzione e manifatturiere,

– 179 edilizia,

– 765 commercio all’ingrosso e al dettaglio,

– 83 alberghi e ristoranti,

– 8 agricoltura.

Tutti i settori registrano un aumento del fatturato generale dell’11% con un +17% per il manifatturiero che, da solo, rappresenta il 40% dell’intera economia sammarinese. Ma tutti i settori registrano una perdita del risultato di esercizio che va da -11% del manifatturiero a -30% per l’edilizia a -32% per i servizi.
Fanno eccezione gli istituti di credito e le società finanziarie dove, il totale delle attività, a fine 2006, sfiora i 9 miliardi di euro. Numeri, ha commentato il presidente della Camera di Commercio Enzo Mularoni a San Marino Rtv, che tracciano un andamento strabico dell’economia.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy