Erik Casali propone lo sciopero al contrario

Con la proclamazione dell’ennesimo sciopero, i 2 vecchi e antiquati sindacati dimostrano i limiti di un azione che non ha altre proposte, se non quella di cavalcare un malcontento ingigantito e diffuso da buona parte dei media. Vecchi sindacati che fungono da cinghia di trasmissione per i partiti di opposizione, e che sperano con questi scioperi di chiamarsi fuori dalle gravi responsabilità che hanno nella gestione di un sistema che è andato bene a tutti e che ora è da riconvertire.
L’ultima trovata è scioperare per dimostrare quanto bene si vuole a San Marino. Uno sciopero  a macchia, per zone e in orari diversi, addirittura come nel caso dell’azienda dove lavoro io, uno sciopero dopo l’orario di lavoro! Roba da ridere!
Sarebbe ora invece di dimostrare con proposte diverse che ci si vuole impegnare di più, che bisogna moltiplicare gli sforzi per superare una crisi che è in tutto il mondo e i cui effetti ci toccano in proporzione molto meno che altrove, ma che non vanno sottovalutati e devono anzi stimolarci a far meglio e di più.
C’è una vecchia regola, fra le tante,  per superare le crisi,  che vale per tutte le  difficoltà nel mondo del lavoro, una regola molto semplice che si può tradurre semplicemente in : lavorare tutti, lavorare un pò di più, essendo disposti anche a guadagnare meno.
Pertanto lancio un idea che altro non è che uno sciopero al contrario dei soliti barbosi cortei con bandiere, trombe, slogan, urli e improperi, guidati da gente da 3000 euro al mese, con indennità da miracolati!
L’idea è che ognuno dei 4200 dipendenti della PA e ognuno dei 6000 del privato, più tutti i restanti , lavorino tutti 1 ora gratis, 1 ora in più a settimana, per 5 settimane, per dare contributo significativo a tutti i settori, riversando migliaia di ore lavoro e di produttività su tutta l’economia sammarinese.
Non credo sia irrealizzabile, credo sia alla portata dei più, non risolverà tutti i problemi, ma senz’altro potrebbe essere un segnale di coesione, di attaccamento al proprio lavoro, al paese, ed un investimento per il futuro, oltreché un fatto positivo per l’intera San Marino.

Pensiamoci, magari non troppo!

 

Erik Casali
Vice Segretario Nuovo Partito Socialista

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy