Evasa a San Marino la rogatoria per Finmeccanica

A quanto scrive San Marino Oggi, sarebbe stata evasa dal Tribunale di San Marino la rogatoria sui ‘ soldi
movimentati
sul conto di
Iannilli

e derivanti
dalla somma
con cui

Mokbel

voleva acquistare
la

Digint per creare
fondi neri all’estero

Finmeccanica: San Marino ha
eseguito la rogatoria accolta in
primo grado dal commissario
della legge Rita Vannucci.
In
base alle richieste avanzate
dalla Procura di Roma, Tavolucci
si è quindi attivato negli
accertamenti bancari necessari,
non trovando sorprese. Ossia,
dalla documentazione sequestrata,
risulta confermato
quanto già affermato da Marco
Iannilli ai magistrati romani lo
scorso 23 luglio: alla

Smi di
San Marino, lo stesso Iannilli,
commercialista che presentò
il consulente di Finmeccanica

Lorenzo Cola (ora in carcere
per riciclaggio) a Gennaro Mokbe,
ha portato e depositato
ben 7 milioni e mezzo di euro,
poi fatti uscire e diretti in altri
conti esteri.
I soldi venivano
da banche di Singapore e
Hong Kong.
È stato lo stesso
Iannilli a confermare ai pm
come quel denaro fosse parte della somma utilizzata dal napoletano
Mokbel per la Digint,
un affare costato in realtà,
come appurato dagli inquirenti,
solo un milione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy