Follia in campo a Maiolo (Rimini): calciatore viene espulso e prende a schiaffi l’arbitro

Viene espulso e prende l’arbitro a schiaffi. Follia in campo a Maiolo: dopo l’aggressione, il direttore di gara sospende la partita tra i padroni di casa e i cesenati del San Carlo

MANUEL SPADAZZI – L’arbitro lo espelle. Lui perde la testa, si avventa come una furia contro il direttore di gara e dopo aver tentato di strappargli il fischietto gli molla uno schiaffo. Una brutta pagina di sport, quella scritta sabato pomeriggio sul campo del Maiolo. La squadra del paese, che proprio quest’anno ha debuttato nel campionato di Terza categoria, affrontava i rivali del San Carlo, formazione di Cesena. Gli ospiti erano in vantaggio per 1 a 0 quando, al 34’ del primo tempo, il giovane arbitro Michele Tognolo, 18 anni appena, ha ammonito per la seconda volta in pochi minuti il difensore del Maiolo Thomas Polidori decretandone l’espulsione. Il giocatore non ci ha più visto, è andato verso l’arbitro, ha tentato di togliergli il fischietto poi l’ha colpito al volto con un ceffone. Tognolo, sotto choc per l’accaduto, ha subito sospeso la gara. Resosi conto immediatamente di averla combinata grossa, Polidori ha chiesto scusa all’arbitro per il gesto, e lo stesso hanno fatto i compagni di squadra e anche il presidente dell’Asd Maiolo, Tommaso Ugolini, rimasto a lungo a parlare con Tognolo. Che è andato via senza chiamare le forze dell’ordine. Per il giocatore è in arrivo una maxi squalifica che lo terrà lontano dai campi di gioco a lungo. Per il Maiolo quasi certa la sconfitta a tavolino. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy