Francia – San Marino, rogatoria funzionario Ue

 Rogatoria dalla Francia al Tribunale della
Repubblica di San Marino per una indagine su un funzionario della Unione
Europea, indagato per fatture false e divulgazione di informazioni
confidenziali, sospettato di avere, a San Marino,   conti  
in banche e   proprietà.

Gli
inquirenti francesi con la rogatoria mirano ad avere riscontri su possibili
depositi bancari o rapporti con fiduciarie o trust nella piccola Repubblica. La
richiesta di collaborazione giudiziaria avanzata dalla Procura parigina risale
a qualche mese fa, e nell’ultimo mese se n’é aggiunta una seconda che si
giustificherebbe anche per delle proprietà immobili riconducibili al francese a
Santarcangelo di Romagna. All’attenzione degli investigatori e dei magistrati
della Procura di Parigi, vi sarebbero i rapporti del funzionario Ue con una
società internazionale che si è occupata di appalti pubblici in Ucraina,
Slovenia e Lituania. E stando all’ipotesi investigativa, sarebbero state
trasmesse a società private delle informazioni confidenziali che il funzionario
aveva in qualità di commissario europeo
. (San Marino Rtv)



A San Marino il caso è stato
affidato al Commissario della Legge Rita Vannucci.

Guarda le previsioni meteo di N. Montebelli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy