Green Pass: nelle prossime ore attesa la definizione dell’accordo tra Italia e San Marino

Green Pass: nelle prossime ore attesa la definizione dell’accordo tra Italia e San Marino

Grande soddisfazione per l’esito degli incontri che, nel pomeriggio di oggi, hanno visto il Segretario di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale Roberto Ciavatta, il Segretario per gli Affari Esteri Luca Beccari, l’Ambasciatore della Repubblica di San Marino in Italia Daniela Rotondaro, l’infettivologo Massimo Arlotti e il referente dell’ISS nello studio sullo Sputnik con lo Spallanzani Giuseppe Tonnara confrontarsi con una nutrita delegazione di tecnici del Ministero della Salute e del Ministero degli Affari Esteri italiano. Sul tavolo la proroga della deroga per il Green Pass in scadenza il prossimo 15 ottobre per i cittadini della Repubblica di San Marino.

La delegazione di parte italiana era in particolare composta da Davide La Cecilia, Consigliere Diplomatico del Ministro alla Salute Roberto Speranza, il Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico e del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli, i dirigenti sanitari Lucio Lemme e Sergio Iavicoli, il colonnello Fasserodella struttura Commissariale legata all’emergenza Covid-19 e Alessandro Gaudiano per il Ministero Affari Esteri.  

Una trattativa condotta in parallelo durante le scorse settimane e che nelle prossime ore giungerà, finalmente, a una risoluzione. Da parte italiana è stata infatti confermata nelle interlocuzioni di oggi la più ampia disponibilità a risolvere la situazione in tempi celeri. Sul tavolo anche valutazioni inerenti il miglioramento delle modalità di verifica della avvenuta vaccinazione, per evitare i disguidi inerenti l’ostensione della carta vaccinale, nell’ottica di una sempre più snella e integrata strategia comune.

Si è poi discusso di quelle che saranno le misure da adottare nell’immediato futuro per evitare nuove ondate pandemiche: le campagne vaccinali di entrambi i paesi hanno infatti raggiunto ormai oltre il 70% di cittadini immunizzati e in entrambi i paesi sono iniziate e pianificate le campagne di vaccinazione antinfluenzale e i richiami sulle fasce di cittadini immunodepressi. Sarà previsto un costante confronto e aggiornamento con i comitati scientifici per pianificare le strategie future, legate in particolare alla somministrazione delle dosi di richiamo. 

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy