Guardie ecologiche e volontariato

In questi giorni l’U.G.R.A.A. – Ufficio Gestione Risorse Agricole e Ambientali, ha dovuto fronteggiare una vera e propria emergenza, impegnandosi in un lavoro straordinario in riferimento al servizio viabilità per liberare strade e luoghi ad alto scorrimento veicolare e/o pedonale dalla caduta di rami, alberi, e nel ripristinare veri e propri cedimenti del terreno dovuti all’altissima quantità di neve caduta in questi giorni. Nello stesso tempo, l’U.G.R.A.A., ha cercato di gestire al meglio, attraverso una Tax Force di cinque Guardie Ecologiche, un Veterinario, un Tecnico ed il sottoscritto in qualità di Guardia Giurata Volontaria della Federazione Sammarinese della Caccia, una non minore emergenza, cioè quella della fauna selvatica. La selezione naturale della fauna selvatica, in questi giorni è stata particolarmente messa alla prova da una vera e propria emergenza maltempo, che ha visto purtroppo moltissimi animali selvatici in grandissima difficoltà nel procurasi cibo e in molti casi anche nel muoversi. Per questi motivi, tutti assieme, si è cercato, chi per dovere, chi per passione, di adoperarsi il più possibile per dislocare in varie zone della Repubblica piccole quantità di cibo per questi animali. In molti luoghi è stato lasciato del fieno per Caprioli e altre specie di ungulati, in altri luoghi è stata lasciata della granaglia per uccellagione e per altri piccoli animali che si nutrono di questo tipo di prodotti. Le Guardie Ecologiche hanno anche gestito, come di routine, i vari interventi in merito a chiamate, arrivate un po’ da tutto il territorio, per segnalazioni di animali in difficoltà o per visionare situazioni di pericolo nell’ambito della flora e della fauna. Una bella esperienza che ha visto le persone collaborare tra loro in totale sinergia e con la massima collaborazione pensando esclusivamente al bene degli animali e non alle polemiche sterili e pretestuose. Gli animali selvatici non sono di qualcuno in particolare, ma sono un patrimonio faunistico che ha bisogno dell’aiuto di tutti, ben vengano altri aiuti da chi può e vuole darli. La missione va avanti nei prossimi giorni attraverso continui monitoraggi in diversi luoghi popolati da animali selvatici, attraverso anche il reperimento di luoghi idonei – Oasi, utili a garantire un punto di ristoro e di rifugio per questi animali in grandissima difficoltà. Le previsioni meteorologiche diramate in queste ore sembrano confortanti sotto l’aspetto delle precipitazioni nevose, che però verranno sostituite dal grandissimo freddo in arrivo e quindi da un abbassamento considerevole delle temperature, anche quest’ultimo dato determinerà un ulteriore difficoltà per gli animali selvatici, che quindi dovranno essere, come prima, monitorati il più possibile con aiuti di vario genere e da chiunque ne voglia e se ne possa occupare. Il lavoro è solo all’inizio, la missione va e deve andare avanti. Guardia Giurata Volontaria –  Federico Pedini Amati               

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy