Il governo della Repubblica di San Marino addestra al gioco i suoi stessi cittadini

Il gioco
d’azzardo
  si pratica nella Repubblica di San Marino nel casinò automatizzato – ma gli esperti chiedono  di togliere ‘automatizzato’ – con sede a Rovereta.
Casinò   a  gestione statale, quello di Rovereta,  affidata alla Giochi del Titano.
Il casinò  è stato aperto  a Rovereta,    su un promontorio sammarinese in territorio italiano, in una Romagna a ridosso di Rimini, ad elevatissimo rischio infiltrazioni malavitose.
C’è chi, a San Marino,  aveva sostenuto  che il casinò, lì,  sarebbe servito per spennare (solo) gli italiani.  
In effetti non è così. Un numero sempre maggiore di cittadini sammarinesi rimane stritolato dalla piovra del gioco,  attirati da  una pubblicità che non dà tregua.
I membri del Consiglio di Amministrazione della Giochi del Titano  stanno utilizzando   di tutto per convincere i loro stessi cittadini a giocare: carta  stampata, internet, radio e televisione.
Gli effetti sono devastanti.  
Si legge sul blog di Roberto Galullo ‘Guardie o ladri’ di IlSole24Ore che in Francia  dopo aver autorizzato l’introduzione delle slot, hanno avuto il coraggio di eliminarle d’un tratto dalle sale dedicate agli apparecchi automatici e da tutto il complesso dei luoghi di gioco. “Oltralpe si è data priorità all’interesse pubblico, al di là di qualsiasi logica di mercato.
Evidentemente a San Marino si preferisce seguire l’esempio dell’Italia dove la ricchezza finanziaria delle famiglie è in forte calo ma cresce l’investimento sui giochi.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy