Il Governo di San Marino fa quadrato su Bcsm, commissariamento Bcs

Il  Governo   della  Repubblica di San Marino fa quadrato sulla decisione di Banca Centrale di commissariare la  Banca Commerciale Sammarinese, nonostante gli attacchi arrivati anche oggi da qualche partito di opposizione (Psrs).

Il fatto è emerso chiaramente  dalla consueta conferenza stampa settimanale del Congresso di Stato tenuta dai Segretari di Stato alle Finanze, Pasquale
Valentini
, Esteri, Antonella
Mularoni
, Industria, Marco
Arzilli
, Turismo, Fabio
Berardi

Lo scopo dell’amministrazione straordinaria – ha aggiunto Valentini – è quello
di riportare chiarezza in un’amministrazione segnata da anomalie, affinché possa
continuare la propria attività senza pregiudizi. Un atto che non è contro la
Banca ma a favore della Banca, affinché la struttura stessa e i servizi erogati
non vengano compromessi. Intanto l’attività della Banca procede, sotto la
supervisione di Banca Centrale. Assieme all’esame della gestione da parte dei
Commissari, Banca Centrale si adopererà per cercare nuovi soggetti cui affidare
la gestione dell’Istituto, che riprenderà la propria attività in amministrazione
ordinaria. In merito alle ipotesi di acquisizione, Valentini ha chiarito come ad
oggi l’interesse all’acquisizione mostrato da alcuni soggetti non si sia in
effetti concretizzato
  in proposte da sottoporre all’attenzione di Banca
Centrale; se contatti attualmente aperti dovessero palesarsi, sarà compito
dell’amministrazione straordinaria valutarli

Vedi comunicato stampa dell’ufficio stampa del Congresso di Stato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy