Il segretario Canti risponde ai “deliri” di Repubblica futura sui nuovi progetti a San Marino

In riferimento alle “ridondanti e offensive accuse del partito di opposizione Repubblica futura”, il segretario di Stato per il Territorio e l’Ambiente, Stefano Canti, risponde “portando a conoscenza dei cittadini i progetti e le realizzazioni in corso e quelle che partiranno entro breve”.

Stefano Canti, segretario di Stato per il Territorio e l’Ambiente, in una nota di risposta a Repubblica futura, afferma: “Condivido in pieno quanto sostenuto dal consigliere di Npr, Gian Nicola Berti, quando dice di ‘non trasformare la politica in attacchi personali’ e su questo credo che Repubblica futura non perda occasione per attaccare il sottoscritto nella persona anche in modo offensivo ma, allo stesso tempo, ringrazio per l’opportunità che mi viene concessa per promuovere ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo”.

“Sono stati avviati numerosi cantieri e lavori pubblici, ne elenco alcuni dei più significativi: è in corso il restauro del Monumento ‘Seconda Torre’, il Restauro della Chiesa di San Pietro (posta a fianco alla Basilica del Santo), il restauro delle mura del terzo girone delle fortificazioni (sotto la Porta del Paese), il rifacimento della pavimentazione in pietra in via Salita alla Rocca, la riqualificazione di Piazzale Calcigni con la sostituzione degli ascensori che conducono in Piazzale Nazioni Unite, la manutenzione straordinaria alla copertura dei portici di Borgo Maggiore e recupero del terrazzo sovrastante, tutti lavori attesi da decenni. Di recente è stato avviato il cantiere per la finitura dei sette appartamenti di edilizia sociale in località Gualdre, Fiorentino e a breve potrà partire la ristrutturazione del Carcere dei Cappuccini, così come la demolizione e ricostruzione del bagno nella Scuola dell’Infanzia di Borgo Maggiore, intervento di messa in sicurezza molto atteso dai genitori ed operatori del settore scolastico”, sottolinea Canti.

E non è finita qui: “Sul fronte del verde pubblico è stato realizzato il Parco dell’Onu con 75 piane autoctone, concluso il recupero del parco Cà Vagnetto e il Parco Giochi inclusivo vicino le scuole elementari di Borgo Maggiore. Sul fronte della viabilità è stata realizzata la pista ciclabile di collegamento dei due parchi Ausa e Laiala (occorre terminare il manto superficiale e prolungata), è stato riqualificato il primo tratto della Superstrada in corrispondenza del confine di Stato (mancante di installazione di autovelox e semaforo pedonale) e avviati i lavori per la sistemazione di uno svincolo a rotatoria in località Tavolucci a cui seguiranno i lavori di sistemazione dello svincolo a rotatoria di Domagnano (Croce) oltre altri interventi minori di nuova viabilità e manutenzioni del manto stradale per oltre 1 milione di euro. Al via anche il cantiere per la realizzazione dei piazzali per la maturazione del compost al fine di garantire il trattamento dei rifiuti organici prodotti in territorio, in linea con gli accordi sottoscritti con le Regioni limitrofe. In aggiunta, l’Aaslp ha ottenuto la certificazione alla movimentazione dell’elettromotrice del treno bianco e azzurro ed abilitato due macchinisti, a breve il prolungamento del tracciato sino al Piazzale ex-stazione ed in corso la progettazione del tracciato per arrivare a Borgo Maggiore dove si connetterà con il nuovo parcheggio della Baldasserona. Pronto anche il progetto per la realizzazione della aviosuperficie a Torraccia la cui gara d’appalto è in corso di definizione. Il progetto ‘School Plastic Fre’e sta proseguendo, oltre 15 erogatori di acqua filtrata sono installati nelle sedi dell’Università di Città e Wtc, e nelle scuole medie, riducendo così il consumo di bottigliette di plastica. Tutti gli erogatori sono sottoposti a manutenzione ordinaria e controllati periodicamente dal Servizio Sanità Pubblica e altri erogatori in via sperimentale arriveranno nei prossimi giorni per promuovere nuove tecnologie sviluppate a carattere internazionale”.

In riferimento ai progetti pronti e che possono essere avviati nel breve periodo, sempre Canti cita “il progetto di risanamento, restauro e consolidamento della sede di Palazzo Valloni, è stato eseguito lo stanziamento e possono partire le gare di appalto, la riqualificazione del Teatro Titano a partire dalla impermeabilizzazione della copertura ed al restauro e pulizia della facciata, le nuove aule di informatica e di didattica presso la scuola secondaria superiore sono in via di ultimazione e stanno partendo i lavori di ristrutturazione dell’ex Reptilarium, nuova sede della mensa di Città. Sono pronti i progetti di recupero dei locali di Palazzo Begni, la rifunzionalizzazione della Piazza di Cailungo, in corso l’iter per la realizzazione del marciapiede a Faetano e pronto anche il progetto di recupero/ristrutturazione dell’immobile ex Forcellini a Valdragone, denominato Polo della Sicurezza da destinare alla sede della Gendarmeria e della Protezione Civile. I progetti sopra esposti sono stati oggetto di delibera da parte del Congresso di Stato adottata lunedì 16 gennaio scorso a cui provvederò a darne la massima pubblicità”.

Altri dati ritenuti importanti, che Canti crede “vadano promossi per meglio far comprendere l’attività messa in atto dal Consiglio di Amministrazione dell’Aaslp”, sono “i numeri dal 2018 al 2022 delle delibere del Consiglio di Amministrazione, il numero delle gare d’appalto, il numero degli impegni amministrativi intrapresi e i relativi importi impegnati destinati alle opere pubbliche che verranno resi pubblici a breve”.

Il segretario di Stato per il Territorio e l’Ambiente, infine, asserisce: “Ho volutamente elencato i cantieri prioritari, tralasciando tutti gli interventi di minor rilevanza che tuttavia hanno comportato impegno da parte dei tecnici e salariati dell’Aaslp. Ciò che intendo sottolineare è come i cantieri e i progetti siano partiti solo nel 2022 grazie all’impegno del direttore Giuliana Barulli con il supporto del Consiglio di Amministrazione tutto. L’auspicio, come già detto, è quello che il direttore temporaneo Vladimiro Selva (nominato per la durata della maternità della Barulli) possa proseguire sulla strada intrapresa nell’interesse comune volto alla crescita delle infrastrutture da mettere a disposizione di tutta la cittadinanza”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy