Il sindaco di Rimini: «Stop all’accoglienza degli ucraini negli hotel»

Per Sadegholvaad «non sono la soluzione, servono strutture adeguate Va avanti il piano per trasferire una parte dei rifugiati: 4mila sono troppi»

A Rimini «sono arrivati, per vari motivi, troppi profughi ucraini. Abbiamo il primato in regione e in Italia. Ma noi, da soli, non possiamo farci carico di tutti. Non ne abbiamo le forze». E per questo, ribadisce ancora una volta il sindaco Jamil Sadegholvaad, «i rifugiati vanno redistribuiti in altri territori». Nella giornata di ieri altri cento ucraini hanno dovuto lasciare gli alberghi dove erano ospitati da alcune settimane. Rimini non ci sta facendo una bella figura… «Al contrario, Rimini fino qui ha dato un grande esempio di accoglienza, e l’ha fatto anche grazie agli albergatori che con spirito di solidarietà hanno da subito accolto i profughi. Ma la situazione è diventata oggi insostenibile (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy