Il sospetto bonifico Bcs. Interrogazione Alessandro Mancini, Psrs

INTERROGAZIONE CON RICHIESTA DI RISPOSTA SCRITTA
La gravissima vicenda del bonifico di 1.144.480,42 euro partito da Banca Commerciale Sammarinese il 16 dicembre 2011 a favore di Finanziaria Infrastrutture SpA durante il blocco dei pagamenti che ha messo in grosse difficoltà migliaia di risparmiatori e molte imprese, è giunta al suo epilogo. Le ammissioni dell’ex Commissario Gemma e le sue dimissioni con immediata sostituzione, hanno confermato la veridicità delle notizie apparse sulla stampa. La giustificazione di Gemma sul bonifico effettuato non sta né in cielo, né in terra in quanto non è sostenibile che sia stato lasciato indietro un bonifico di tale entità per almeno 22 giorni (!) senza che il beneficiario sollecitasse o protestasse, ottenendo un altro mezzo di trasferimento del denaro. Non esiste disfunzione che blocchi un trasferimento di denaro per 22 giorni. Non sta in piedi neppure l’affermazione che era stato ordinato prima del 24 novembre in quanto sono stati bloccati tutti i RID per i pagamenti delle bollette che sono stati fatti anni prima del blocco; sono stati respinti assegni messi allo sconto mesi prima del blocco; sono stati congelati stipendi e pensioni maturati da una vita prima del blocco. Neppure l’Autorità Giudiziaria avrebbe potuto ordinare l’esecuzione del bonifico.
Interrogo pertanto il governo per conoscere:
a)    se durante il regime di sospensione dei pagamenti Banca Commerciale Sammarinese ha     effettuato bonifici verso persone fisiche/giuridiche sammarinesi ed estere o girofondi     verso banche     sammarinesi/estere;
b)    in caso di risposta affermativa al quesito di cui alla precedente lettera  a), chi ha autorizzato     la/le     operazione/i e le motivazioni alla base di tale/i autorizzazione/i;;
c)    la data in cui il dott. Sergio Gemma ha comunicato l’intenzione di rassegnare le dimissioni     dall’incarico di  Commissario della BCS;
d)    se il dott. Gemma e il dott. Carli hanno avuto contatti con i soggetti interessati all’acquisto     di BCS;
e)    le ragioni per cui Banca Centrale ha nominato un Commissario che accetterà l’incarico solo     a partire dal 9 gennaio 2012;
f)    le modalità e i criteri con cui Banca Centrale seleziona i Commissari e i Membri dei Comitati     di Sorveglianza nominati negli intermediari commissariati;
g)    se Banca Centrale all’atto dell’accettazione della nomina a Commissari/Membri dei     Comitati di Sorveglianza verifica le condizioni di eventuale incompatibilità dei soggetti     scelti.
Si richiede riposta scritta
Repubblica di San Marino, lì 28 dicembre 2011
Alessandro Mancini (Consigliere PSRS)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy