Inaugurata la mostra sui rapporti tra Napoleone Bonaparte e la Repubblica di San Marino

Inaugurata al Museo Pinacoteca San Francesco la mostra “Napoleone, la Repubblica, le Repubbliche” alla presenza dei Capitani Reggenti, Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini, del segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, Andrea Belluzzi, e del direttore degli Istituti Culturali, Paolo Rondelli.

Lo fanno sapere la segreteria di Stato per la Cultura e gli Istituti Culturali di San Marino, spiegando in una nota congiunta che è stato “un taglio del nastro particolarmente sentito, quello che ha inaugurato oggi all’interno degli spazi della Pinacoteca San Francesco la mostra ‘Napoleone, la Repubblica, le Repubbliche (1797-1805) – I rapporti tra San Marino, Bonaparte e le Repubbliche sorelle’, esposizione che ripercorre il passaggio napoleonico in Italia e le relazioni intrattenute da Bonaparte con la Repubblica di San Marino”.

Presenti all’inaugurazione i Capitani Reggenti, Francesco Mussoni e Giacomo Simoncini, insieme al segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, Andrea Belluzzi, il direttore degli Istituti Culturali, Paolo Rondelli, l’ambasciatore d’Italia a San Marino, Sergio Mercuri, e l’ambasciatrice Maria Giovanna Fadiga Mercuri, Luigi Mascilli Migliorini, esperto del periodo napoleonico e presidente del Comitato per il Bicentenario Napoleonico, Roberto Orlandi e Edoardo Puccetti in rappresentanza della Fondazione Antica Zecca di Lucca, “che ha permesso l’esposizione di alcuni dei materiali numismatici presentati”.

Dopo i saluti introduttivi da parte delle autorità presenti, “si è tenuta la visita guidata condotta dalle curatrici e funzionarie dell’Archivio di Stato, Rosa Gobbi e Isabella Manduchi, e dal curatore della sezione numismatica, Roberto Ganganelli”. A concludere l’importante momento “la donazione del catalogo della mostra alla Reggenza e a tutte le autorità intervenute, sintesi del lavoro di ricerca e documentazione sulla figura del Bonaparte coordinato dall’Archivio di Stato e arricchito dai contributi di importanti storici e studiosi, sammarinesi e non, come Luca Gorgolini, Verter Casali, Valentina Rossi e Michele Chiaruzzi”.

Ospite illustre dell’inaugurazione Luigi Mascilli Migliorini, “il maggior esperto di studi napoleonici italiani”. Lo stesso professore “sarà il protagonista nella giornata di domani di uno degli eventi collaterali più prestigiosi, tenendo una lectio magistralis ai ragazzi delle scuole superiori al Teatro Titano, alle ore 10″. A seguire, lo stesso professore “sarà ricevuto in udienza pubblica proprio dai Capitani Reggenti“.

La mostra, “visitabile gratuitamente fino al 4 settembre 2022”, può fregiarsi di essere stata “inserita nel programma di appuntamenti del Comitato per il Bicentenario Napoleonico Italiano (1821-2021), riunendo una selezione di documenti, opere d’arte, materiale librario, armi antiche, valori filatelici e numismatici riflettenti l’enorme importanza che gli avvenimenti storici dell’età napoleonica ebbero per la piccola Repubblica di San Marino”.

Vari approfondimenti “ne arricchiscono l’esposizione, da quello riservato alla figura di Antonio Onofri a una panoramica sul patrimonio medaglistico e monetario dell’epoca, fino a un inedito excursus sulle origini della bandiera sammarinese e a un focus dedicato ad Antonio Canova, di cui Napoleone fu uno dei principali committenti”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy