L’Austria si oppone alla Commissione Ue sul segreto bancario, già ‘mitigato’ a San Marino

L’Austria si oppone alle due proposte della Commissione Europea mirante ad eliminare in sostanza il segreto bancario all’interno della Unione stessa. Eliminazione poi da estendere ai paesi europei extra Ue come, ad esempio, la Repubblica di San Marino.
Lo riferisce ilSole24Ore, articolo di Enrico Brivio.
Una prima proposta di direttiva mira a imporre alle autorità di ogni Stato europeo di rivelare, qualora vi sia una richiesta di un altro Paese Ue che abbia un’ispezione in corso, le informazioni sui conti bancari dei non residenti.
La seconda proposta precisa i modi di cooperazione tra Stati e a livello internazionale con formulari standard e procedure comuni per lo scambio di informazioni. La normativa mira a migliorare il tasso di recupero di imposte all’estero.
Il Belgio pare acconsentire, ma non Austria. L’Austria è spalleggiata dal Lussemburgo su una materia in cui è necessaria l’unanimità.
Ieri la
Banca Centrale della Repubblica di San Marino ha, per così dire, ‘mitigato’ il segreto bancario sammarinese dando delle norme una ‘nuova interpretazione’.

Vedi l’articolo di IlSole24Ore di Brivio
Leggi la nuova ‘interpretazione’ delle norme sul segreto bancario vigenti a San Marino, emessa dalla Banca Centrale.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy