La informazione sulle elezioni a carico dello Stato

ELEZIONI, FISSATE LE MODALITA’ DI PROPAGANDA A CARICO DELLO STATO

Le Segreterie di Stato per gli Affari Interni e per l’Informazione hanno messo a punto, dopo una serie di incontri con i gruppi e le rappresentanze consiliari, le modalità di applicazione dell’articolo 22 della nuova legge elettorale (Legge Qualificata n. 1/2007), che norma la propaganda delle forze politiche a carico dello Stato. L’obiettivo è assicurare ai cittadini, sia residenti in territorio che all’estero, la massima informazione possibile sulle coalizioni che si affronteranno il 9 novembre alle urne, attraverso trasmissioni televisive e radiofoniche, la distribuzione di una pubblicazione alle famiglie, un sito Internet per la propaganda, una serie di confronti aperti ai cittadini sia nei Castelli della Repubblica, sia nelle principali sedi consolari all’estero.
Per quanto riguarda le trasmissioni radiotelevisive, ha spiegato alla stampa il Segretario di Stato per l’Informazione Ivan Foschi, è stata accolta la proposta dell’emittente pubblica San Marino RTV, che prevede tre distinti momenti: quattro talk-show da 90 minuti, trasmessi in diretta e aperti al pubblico, con i rappresentanti delle coalizioni. Uno di questi si terrà il 4 novembre, con una finestra sulle elezioni americane. In secondo luogo verranno realizzati sette faccia a faccia da 40 minuti, dapprima con due esponenti per coalizione e nell’ultima settimana con uno solo per parte. Infine sono state riviste le modalità delle trasmissioni autogestite, fissandone tempi e modalità: un giornalista di Rtv intervisterà 3-4 candidati su temi a loro scelta. Le tribune autogestite e i faccia a faccia saranno trasmessi anche dalla radio, mentre i talk-show saranno disponibili in streaming sul sito Internet di San Marino RTV.
Il secondo punto dell’articolo 22, gestito dalla Segreteria di Stato per gli Affari Interni, prevede invece l’invio a tutte le famiglie di una pubblicazione delle liste e coalizioni per la predisposizione della quale, ha precisato il Segretario di Stato Valeria Ciavatta, si attende che venga fissato l’ordine delle liste dalla Commissione Elettorale che si riunirà venerdì 3 ottobre. Per assicurare maggiore informazione si sfrutterà anche la rete Internet: è stato infatti messo a punto un sito, www.propoagandapolitiche2008.sm, che dal 20 ottobre, data di inizio ufficiale della campagna elettorale, conterrà, sotto la responsabilità delle forze politiche, tutte le informazioni su coalizioni, liste e candidati.
Da ultimo i confronti nei Castelli della Repubblica e nelle principali sedi consolari all’estero. Nel primo caso ne sono stati programmati 10, da lunedì 20 ottobre a mercoledì 5 novembre, con due giornalisti nella veste di moderatori: i candidati presenti, due per ogni coalizione, si alterneranno nelle risposte, con gli stessi tempi, sui temi inerenti il programma elettorale e l’attualità. Per ciò che concerne i confronti nelle principali sedi consolari (in Italia, Francia, Belgio, Stati Uniti e Argentina) il Congresso di Stato ha approvato l’apposito decreto delegato proposto dalla Commissione Elettorale, che ne disciplina e regolamenta le modalità: si terranno tra due rappresentanti della coalizione, non necessariamente candidati. I viaggi, in tutto 12, si concentreranno principalmente nel week-end del 24-26 ottobre, ha precisato il Segretario di Stato Ciavatta, ricordando che la spesa totale messa a bilancio dallo Stato per l’applicazione dell’articolo 22 della legge elettorale corrisponde a 600 mila euro..

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy