La Repubblica di San Marino, il paese delle antenne

La Tribuna Sammarinese attira un’altra volta l’attenzione sulla questione delle

antenne la cui proliferazione continua nella Repubblica di San Marino, come già sotto i passati governi post giugno 2006 contro la volontà delle gente e senza nemmeno la pubblicazione di una mappa (o censimento).
Questa la diversità dal passato. ‘La rete della prima società di telecomunicazioni sammarinese è infatti stata creata attraverso
installazioni di appositi tralicci, ma rispetto a questa politica più vistosa, si sono manifestate in passato forti contrarietà. La scelta delle nuove aziende, sostenute probabilmente dal governo, è quella di agire in modo più ‘dolce’ con una serie sufficientemente vasta di micro installazioni. Il risultato non cambia, le onde trasmesse alla fine sono in quantità uguale e così i rischi per la salute, ma se ‘occhio non vede, cuore non duole’.

Eppure
Antonella Mularoni, Segretario di Stato alle Telecomunicazioni aveva smentito l’installazione di antenne e dichiarato che avrebbe proceduto subito alla nomina dell’Authority in materia come previsto nel programma di governo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy