Le dimissioni di Valentini potrebbero innescare una valanga rovinosa nella maggioranza

Le dimissioni da Presidente della Banca Centrale della Repubblica di San Marino del dr. Antonio Valentini, a seguito della vicenda
Asset Banca,
potrebbero innescare una valanga rovinosa per la maggioranza formata da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare, Sinistra Unita e Democratici di Centro che ha dato vita al
governo attuale
alla fine di novembre 2007.

A formulare questa ipotesi è Antonio Fabbri su L’Informazione di San Marino: ‘è lecito pensare che lo scossone Asset e le dimissioni del presidente di Bcsm, siano i sintomi di un terremoto politico che potrebbe arrivare prima del previsto‘.
Secondo Fabbri ‘ la presa di posizione autonoma dal partito dei cinque scontenti del Psd è lì a dimostrare che di movimento ce n’è ‘.
Conclude Fabbri: ‘Allora, se è vero che il governo ha mangiato il panettone, per la colomba potrebbe rimanere il languore … e pensare che quest’anno la Pasqua arriva anche prima!‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy