L’energia costa 10 milioni in più al Comune di Rimini. Slitta l’accensione del riscaldamento e verrà limitato il funzionamento sotto le 13 ore al giorno

L’assessore Montini presenta una serie di misure per contenere consumi e bollette. Progetto per un maxi-risparmio

MARIO GRADARA – Gli aumenti folli dei costi energetici pesano per oltre 10 milioni di euro sul bilancio del Comune. Per questo Palazzo Garampi, dopo il varo delle nuove regole di emergenza presentate dal ministro Roberto Cingolani, annuncia le proprie “linee di intervento da integrare al piano presentato dal governo”. Tra le altre, rimandare oltre il 22 ottobre la data di accensione dei riscaldamenti, e limitarne il funzionamento sotto le tredici ore al giorno, meteo permettendo. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy