Lettera aperta di Massimo Cenci a Simone Celli

“Caro Simone, è difficile ricordare un momento politico più confuso di questo. Il governo, come dici, è in evidente difficoltà perchè “alcuni problemi legati al metodo di lavoro hanno causato incomprensioni e screzi fra gli alleati”. Non è una questione da poco per chi ha messo al primo punto… del programma di governo proprio il metodo, che doveva essere orientato verso la “coerenza tra le parole ed i fatti, l’onestà e la lealtà verso i cittadini e verso lo Stato, …”.
Non sono d’accordo e non posso valutare positivamente l’operato di questo esecutivo fino ad oggi. Non basta un buon semestre di presidenza sammarinese al Consiglio d’Europa e una legge elettorale monca a fronte di un immobilismo imbarazzante per percepire un’inversione di tendenza o un nuovo metodo.
È tempo di rimettere ordine e in fretta, perchè il Paese rimane fermo in un momento in cui avrebbe bisogno di girare a velocità doppia: non possiamo aspettare ancora.
Bisogna avere idee chiare e saper rispondere a domande precise. Cosa vogliamo scrivere nell’accordo di cooperazione economica con l’Italia? Come facciamo a rivitalizzare un’economia ingessata? Che cosa vogliamo fare del nostro territorio? Come facciamo a restituire fiducia nelle nostre istituzioni? Potremmo proseguire ancora.
È ora di parlare di cose da fare subito, e farle.
Per questo il Nuovo Partito Socialista, al di fuori delle polemiche e senza alcun pregiudizio, organizza il suo Convegno di Idee. Il 20 ottobre fisseremo le linee di confronto con tutte le forze politiche disponibili, senza alcuna eccezione.
Il programma che abbiamo presentato alle ultime elezioni è quantomai attuale, ma alcune cose sono cambiate ed altre sono diventate urgenti; sarà l’occasione per approfondire degli argomenti e aggiungerne di nuovi.
Credo che un programma debba sempre essere aggiornato e rivitalizzato sulla base di nuove esigenze e nuovi contributi. Mai sulla base di convenienze ed opportunità.
Speriamo che anche altri partiti si muovano in questa direzione e che si possa finalmente parlare di problemi da risolvere e non di poltrone da occupare.”

Massimo Cenci
Nuovo Partito Socialista

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy