San Marino. Un’istanza d’arengo per stampare documenti e pagare bolli tramite la Smac Card

L’Informazione di San Marino: Stampa documenti e pagamento bolli “virtuali” tramite la Smac Card / L’Istanza, articolata in più punti, chiede l’attivazione di vari servizi sulla tessera Smac

SAN MARINO. La Smac Card al centro di un’Istanza d’Arengo presentata domenica scorsa alla Reggenza, anche questa con Marco Fabbri come primo firmatario. Entrata in vigore ormai quasi da 10 anni, la San Marino Card, da strumento per incentivare i consumi in Repubblica tramite il sistema delle ricariche, si è progressivamente trasformata in strumento di controllo fiscale, sia pure con diverse ombre e suscitando alcune polemiche. A tutt’oggi si può dire che la Smac Card ancora non ha trovato una identità chiara e soddisfacente. (…)
Considerando che esiste l’obbligo dell’utilizzo in ogni transazione commerciale – che siano negozianti o professio- nisti – e che la tessera può essere ricaricata presso gli sportelli bancari per poter essere usata come carta di debito, questa Istanza, articolata in 4 punti, chiede l’incremento dei servizi legati alla card in vari ambiti, con lo scopo di snellire alcuni servizi per i cittadini:
– richiesta di implementare l’utilizzo della Smac nei settori che già prevedono l’uso di tessere (funivia, parcheggi, autobus ecc.) per permettere il moni- toraggio dell’uso dei trasporti pubblici e per la gestione degli altri servizi correlati; (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy