San Marino e Teramo. Sul processo Tercas a Roma intervento dell’On.le Gianni Melilla

SAN MARINO. Interviene la politica in Italia per accelerare il processo a Roma relativo alla Cassa di Risparmio di Terano, Banca Tercas, collegata alla San Marino International Bank (Smib). 

Lo si apprende da abr24.it

Il filone principale del processo sul crac della Banca Tercas, che è in corso presso il tribunale di Roma, va a rilento e il deputato di Sinistra Italiana, Gianni Melilla, presenta un’interrogazione al ministro della Giustizia per sollecitare un intervento.
Melilla prima ricostruisce sinteticamente le varie fasi della vicenda:
“Nel 2012 la Banca Tercas fu commissariata dalla Banca d’Italia per ‘gravi irregolarità e violazioni normative’. Nel 2014 Banca Popolare di Bari acquistò Banca Tercas salvandola dal fallimento. Il Tribunale civile de L’Aquila ha condannato i dirigenti di Tercas a risarcire Banca Popolare di Bari per milioni di euro”.

Poi passa alla vicenda giudiziaria di cui si sta occupando il tribunale capitolino (…)“Riguardo il buco economico di Banca Tercas è in corso un processo penale presso il Tribunale di Roma per fatti risalenti al 2011 e al 2012. Tale processo è iniziato nel 2016. In assenza di calendarizzazione delle udienze il caso viene discusso una volta al mese rischiando, a questo ritmo, di portare a prescrizione tutti i reati prima del terzo grado di giudizio”.

Alla luce delle lungaggini, Melilla chiede al ministro Andrea Orlando: “Se non intenda avvalersi dei propri poteri ispettivi onde accertare un’appropriata calendarizzazione del processo in premessa, che permetta di giungere a sentenza definitiva nel rispetto delle centinaia di piccoli risparmiatori coinvolti nella vicenda”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy