Rimini. Scambio di bordate tra i soci del Club Nautico

Il Resto del Carlino: LA FAIDA I DUE GRUPPI SI FRONTEGGIANO DOPO LE DIMISSIONI DEI VERTICI / “Bilanci oscuri”: bordate al Club Nautico

RIMIINI. Nuovo scambio di bordate tra i soci del Club Nautico di Rimini, dopo la bufera che ha portato alle dimissioni in blocco dell’intero consiglio direttivo. Dopo la presa di posizione del presidente Giancarlo Santolini, a uscire allo scoperto è il gruppo dei consiglieri di minoranza, rappresentato da Pier Paolo Franchini, Luigi Lazzari Agli e Pietro Baronio. “Sono due i motivi principali che hanno portato alla nascita di questo dissidio – spiegano i consiglieri della lista ‘Il Club ai soci’ –. Il primo riguarda la totale mancanza di trasparenza da parte di chi ha guidato il Club in questi anni. La nostra lista aveva chiesto di poter aver accesso a una serie di documenti, inerenti anche la realizzazione di una nuova palestra a un costo superiore di quello preventivato. Un’operazione, a nostro avviso, che avrebbe richiesto maggiori cautele, anche perché compiuta su un’area di proprietà demaniale. Senza dimenticare – proseguono i soci – la questione del bilancio, che presenta circa 80mila euro di perdite”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy