Rimini. Si presenta all’ufficio immigrazione della Questura e viene arrestata

RIMINI. Si presenta all’ufficio immigrazione della Questura e viene arrestata: deve scontare una pena di 4 anni e dieci mesi di reclusione 

[c.s.] È successo questa mattina presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Rimini.

Una donna di nazionalità marocchina del 1975 si è presentata presso gli sportelli dell’Ufficio immigrazione per chiedere informazioni in ordine alla possibilità di richiedere protezione internazionale.

La donna di fatto dimorante in provincia di Pesaro Urbino probabilmente ha pensato che sarebbe bastato rivolgersi presso un’altra Questura per poter evitare i “problemi” che aveva avuto con altre Questure del territorio nazionale

I poliziotti, però, come operazione preliminare, hanno identificato e controllato in banca dati le generalità della donna, scoprendo dal sistema che, nei confronti della stessa, la Procura Generale presso la Corte di Appello di Firenze in data 1° luglio 2017, data la definitività della sentenza di condanna, aveva emesso un ordine di esecuzione per la carcerazione, essendo stata ritenuta colpevole di reati connessi con lo spaccio di sostanze stupefacenti a partire dal mese di giugno 2008.

La donna infatti deve scontare una pena di quattro anni dieci mesi di reclusione. 

La donna, dopo le ulteriori formalità, è stata quindi tratta in arresto e associata presso la casa circondariale di Forlì.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy