San Marino. “DOMANI-Motus Liberi”, il nuovo partito politico presentato oggi alla stampa

SAN MARINO. Oggi è stato presentato nella Republica di San Marino un nuovo partito: “DOMANI-Motus Liberi“. Non un movimento, ma un partito vero e proprio, con tanto di Statuto, con un’organizzazione interna:  Presidente, Segretario Generale.
Non è un’aggregazione di persone frutto di una qualche contingenza, questo nuovo partito.
Il partito nasce dopo un lavoro di gruppo portato avanti per due anni da un consistente numero di giovani professionisti e imprenditori già affermati nel loro campo specifico, che intendono mettersi al servizio del Paese per aiutarlo ad uscire dalle difficoltà attuali.
Non si stanno creando, questi giovani, uno spazio con la critica verso altri, cavalcando l’onda del dissenso, arrecando un ulteriore danno al Paese.
Questi giovani, al contrario, vogliano salvare il Paese dalla crisi, cioè evitare l’irreparabile. Vogliono aiutare il Paese  a riguadagnare posizioni migliori. Con questo intento hanno deciso di spendersi a favore della collettività  nei vari settori di competenza con le loro -variegate- professionalità, già affermate, già operative. Sono un gruppo non perché riuniti dall’obiettivo di contrapporsi a qualcuno, ma perché hanno in comune una solida base di valori condivisi, da cui si sprigiona il loro comune impegno per il bene collettivo.

E’ un partito che  “nasce dalla necessità e dal desiderio condiviso di alcuni amici di riunire, sotto un medesimo emblema, tutti coloro che, essendo interessati alle problematiche del Paese, sentono l’esigenza di ridare spazio e voce alla speranza di perseguire il sogno di un cambiamento sano e reale, da riscontrarsi nei fatti ancor prima che nelle parole, della vita politica della Repubblica“. 

E’ un partito che si propone di “riaffermare i valori della tradizione cristiana, della responsabilità, dell’eguaglianza, della libertà, della giustizia, della solidarietà, della sussidiarietà, del bene comune, della famiglia, della difesa della vita e del senso dello Stato, che i tempi che stiamo vivendo hanno messo fortemente in crisi“. (dalla Carta d’Identità)

Già notevole l’adesione alla nuova formazione politica, costituita prevalentemente da giovani dai 20 ai 40 anni.


A parlarne alla stampa, da sinistra: Andrea Cecchetti, Casadei Simone, Samuele Pelliccioni, Fabio Righi (Presidente), Lorenzo Forcellini Reffi (Segretario Generale), Elia Moroni, Carlotta Andruccioli, Gaetano Troina.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy