San Marino. Lo Special Olympics Small Nations Tournament rilancia il calcio femminile

SAN MARINO Il torneo internazionale di calcio a cinque unificato ha coinvolto le piccole nazioni che ruotano attorno all’Europa. Un successo che nemmeno l’acquazzone di sabato è riuscito a fermare. I vincitori: Isola di Man e Montenegro.

[c.s.]È stato un finale di agosto estremamente intenso, ma altrettanto gratificante, a livello di eventi sportivi – e tornei veri e propri – dedicati alla promozione e sviluppo del calcio femminile, così come al calcio a cinque unificato che quest’anno ha visto crescere ulteriormente l’impegno e la portata di quella che fino al 2017 è stata la Special Cup – evolutasi in Special Olympics Small Nations Football Tournament.

Due giorni interi di sfide, divertimento e sano agonismo per gli atleti speciali di Cipro, Estonia, Gibilterra, Liechtenstein, Malta, Monaco, Montenegro, Isola di Man e San Marino che hanno vissuto in primissima fila l’emozionante cerimonia d’apertura di venerdì sera, alla presenza degli Ecc.ssimi Capitani Reggenti S.E. Stefano Palmieri e S.E. Matteo Ciacci, nonché di rappresentanti delle istituzioni politiche e sportive nazionali ed internazionali.

È stata Barbara Frisoni (Presidente di Special Olympics San Marino) a dichiarare aperta la I edizione del Torneo di calcio a cinque unificato dei Piccoli Stati, un progetto ambizioso che ci si augura possa costituire l’innesco di un futuro e longevo appuntamento annuale, itinerante tra queste ed altre nazioni del Vecchio Continente. Di certo gradito ed apprezzato da Dejan Stankovic e Monica Namy (Consulente UEFA per lo Sviluppo del Calcio il primo e Direttore della Responsabilità Sociale UEFA la seconda), come da Miroslaw Krogulec (Direttore del Dipartimento di Sviluppo Organizzativo e Sportivo di Special Olympics per Europa ed Eurasia) che si sono detti estremamente emozionati e coinvolti, al pari dei Presidenti di Federcalcio e CONS – Marco Tura e Gian Primo Giardi – intervenuti al microfono appena dopo il Segretario di Stato alla Sanità Franco Santi. Un evento straordinario, reso possibile naturalmente grazie al coordinamento ed all’organizzazione congiunta con la Federazione Sammarinese Sport Speciali, rappresentata dal Presidente Filiberto Felici.

Nei due gironi nei quali sono state ripartite le nove delegazioni, sono emersi due vincitori: Isola di Man e Montenegro – fregiatesi della medaglia d’oro –, hanno preceduto rispettivamente San Marino e Monaco (argento), oltre che Estonia e Gibilterra (bronzo nel Girone 1 e nel Girone 2). Nelle finalissime per il primato nei rispettivi raggruppamenti, sono state decisive le reti di Radovic e Gazidova nel successo montenegrino (2-0 a Monaco); a dar la vittoria all’Isola di Man su San Marino è stato invece Ben Mowle, proprio l’atleta che aveva prestato giuramento in occasione della cerimonia d’apertura.

Due giorni di adrenalina, competizione e divertimento che nemmeno l’acquazzone abbattutosi su San Marino lo scorso sabato è riuscito a frenare, tanta era la voglia dei ragazzi di misurarsi in questo torneo che ha dimostrato di avere tutto per poter essere ripreso in futuro – già dall’anno prossimo – da altri stati europei. 

Quella di venerdì 31 agosto è stata tra l’altro anche la serata dedicata ad un altro importante evento, il cui focus era questa volta esclusivamente sul calcio femminile: il terzo appuntamento con Summer Women Football Festival ha in effetti coinvolto decine di ragazze, molte delle quali già inserite nel movimento del calcio in rosa sammarinese ed altre che – un po’ per gioco, per amicizia o pura curiosità – si sono affacciate alla finestra della San Marino Academy. 

Occasioni queste estremamente importanti per allargare la base, che negli ultimi anni ha rilevato un vero e proprio boom di partecipazioni. Decisivo, se non addirittura fondamentale a tal proposito, il poter contare anche su “una prima squadra di livello nella quale le stesse bambine possano identificarsi e vedersi in un futuro nemmeno troppo lontano” – come ha avuto modo di ricordare in conferenza stampa il Responsabile Federale Corrado Selva, non più tardi di sabato scorso quando è stata presentata la formazione che concorrerà al Campionato di Serie C femminile –.

Insomma, la crescita del settore è innegabile e continua, grazie anche ad iniziative quali Summer Women Football Festival che permettono di avvicinare nuove appassionate e potenziali future calciatrici, come di consolidare il rapporto tra le giocatrici già facenti parte delle molteplici e strutturate formazioni giovanili femminili battenti bandiera San Marino Academy.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy