Consigli degli esperti RSA, AXA, NN, QBE, Generali su come massimizzare l’automazione intelligente

L’industria del settore assicurativo sta ora spingendosi oltre l’AI e a orientandosi verso l’automazione intelligente. Senza dubbio la IA avrà un notevole impatto su sinistri, sottoscrizione, esperienza dei clienti e molto altro; ma quali sono i passi imminenti per la sua implementazione?

Abbiamo parlato con gli esperti di AI presso RSA, AXA, NN, QBE e Generali per ottenere consigli su come massimizzare l’automazione intelligente.

Ottenga ora il Libro bianco ‘Insurer Success Stories: How valuable is intelligent automation, really?’ now

Riceverete strategie per l’attuazione immediata, tra cui:

  • Progetto IA (or) IA Blueprint: Come passare dall’utilizzo dell’automazione robotizzata per i processi ripetitivi allo sviluppo di un progetto per come e dove espandere l’automazione intelligente attraverso i processi
  • L’evoluzione dell’automazione di processo: Scoprite i passi che potete intraprendere per passare dalla robotica di base all’interazione intelligente e realizzare il potenziale dell’automazione a livello aziendale
  • Sviluppare un modello di automazione intelligente basato sui dati attraverso l’applicazione pratica di dati strutturati e non strutturati per effettuare il passaggio all’automazione cognitiva

Accedete agli approfondimenti esclusivi e alle storie di vita reale sull’automazione direttamente da Steve Tait (Claims Automation, RSA), Christophe Castan (Artificial Intelligence – Digital Transformation, AXA), Scott Jacobs (Operations Excellence, QBE), Roger Lewis (Chief Underwriting Officer, Gruppo NN) e Alessandra Chiuderi (Customer Data Analytics, Generali).

Ottenga il Libro bianco complete qui.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy