Rimini. Scoppia le febbre del venerdì: un affare da 10 milioni di euro

Andrea Oliva. Il Resto del Carlino: Scoppia le febbre del venerdì: un affare da 10 milioni di euroTanti negozi domani rimarrano aperti fino a tardi per i super sconti.

RIMINI. TUTTI PAZZI per il Black friday. Dalla boutique di alta moda al negozio che vende bici di corsa, dal megastore di elettronica fino alla bottega artigiana, saranno tanti domani i negozi del Riminese a fare sconti e offerte speciali in occasione del ‘venerdì nero’ dello shopping. La moda importata dagli Stati Uniti ha preso sempre più piede in Italia, e quest’anno secondo la Confcommercio di Rimini «tra i negozi della nostra provincia, saranno almeno 2 su 3 quelli che faranno sconti speciali per il Blackfriday». Sconti che, in molti casi, non si limiteranno soltanto alla giornata di domani, «perché molti proporranno almeno 2 o 3 giornate di promozioni speciali. Alcuni addirittura faranno gli sconti per una settimana intera». SI STIMA, secondo il Codacons, che in Italia il volume d’affari generato dal Black friday possa aggirarsi intorno a 1,6 miliardi di euro. Nel Riminese il ‘venerdì nero’ degli sconti potrebbe portare nelle casse dei negozianti (complessivamente) tra gli 8 e i 10 milioni di euro. Alle Befane domani si aspettano un vero assalto. «Per i nostri negozi – ammette Massimo Bobbo, direttore del centro commerciale – la giornata de Black friday equivale, in termini di presenze, a una domenica d’inverno con pioggia. Tradotto: è diventata una delle giornate di maggiore affluenza. Domani ci attendiamo tra i 45mila e i 50mila visitatori». Il centro commerciale osserverà i soliti orari di apertura, «non faremo straordinari. Tranne all’Unieuro», dove la saracinesca si alzerà già un’ora prima, alle 8 anziché alle 9, in previsione del forte afflusso di pubblico. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy