Istanza per sospendere a San Marino la tecnologia 5G

Istanza per sospendere a San Marino la tecnologia 5G

Salute Attiva e Associazione Micologica preoccupate per il possibile impatto sanitario

Il 6 febbraio, in una serata pubblica organizzata da Sa (Salute Attiva) e Ams (Associazione Micologica Sammarinese), è stato illustrato in termini generali il nuovo standard tecnologico per la trasmissione dati e la telefonia che va sotto il nome di 5G, con tutti i timori che il Dr. Vornoli ricercatore dell’Istituto Ramazzini ha sollevato per l’utilizzo di onde ad alta frequenza mai finora impiegate e di cui si conosce veramente poco. Le due associazioni che organizzarono la serata in una nota si dicono “preoccupate del possibile malefico impatto sulla salute individuale e collettiva della distribuzione capillare nei centri abitati e sull’intero territorio di antenne, antennine e microcelle, assetto indispensabile per dare corso al progetto che prevede, entro un anno appena, la trasmissione di dati e la comunicazione telefonica per mezzo di onde ad alta frequenza, velocizzando le connessioni tra 100 e 1000 volte lo standard attuale”. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy