San Marino. Missione compiuta in Nepal

“Rientrare alla quotidianità dopo un viaggio in Nepal non è semplice, così come non è facile racchiudere in delle parole o delle fotografie le forti emozioni vissute”.

Inizia così la nota stampa di Attiva-Mente sulla sua esperienza in Nepal per promuovere il progetto “Namasté – Adotta una carrozzina!”.

“Gli amici del Centro per la Vita Indipendente dello Stato himalayano ci hanno accolto e accompagnato in un lungo viaggio tra sguardi, sorrisi, occhi profondi che ti entrano dentro, santoni, colori smaglianti, templi, tanta natura e una vita semplice ma comunque piena, nonostante le enormi difficoltà che devono affrontare – si legge nel comunicato -. Abbiamo avuto la possibilità di conoscere persone, disabili e non, che ci hanno fatto entrare nella loro cultura e un popolo, che pur avendo pochissimo, è sempre energico, sorridente e convive pacificamente con le diverse religioni. È questa la loro ricchezza”.

Riguardo il progetto lanciato da Attiva-Mente, invece, è notizia di oggi che l’ufficio del presidente del Nepal, Bidhya Devi Bhandari, “ha contattato Cil per avere qualche ulteriore informazione sul progetto di produzione delle carrozzine in modo da poterlo sostenere”.

Leggi il testo integrale della nota stampa

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy