San Marino. Csu e Csdl: “Poste spa, poca trasparenza e molti sprechi”

Csu e Csdl: “Poste spa, poca trasparenza e molti sprechi”

“Poste Spa, tra spreco di risorse, poca trasparenza e assenza di progetti”. Anche le Federazioni Pubblico Impiego della CSU si uniscono alla raccolta firme lanciate dal comitato Pro-Poste. Firme a sostegno di una legge di iniziativa popolare per il ritorno del servizio postale nella Pubblica Amministrazione. Sono molti i dubbi e le critiche che Fupi-Csdl e Fpi-Cdls sollevano su questi sei anni di gestione privatistica, a partire dalla trasparenza in materia di acquisti, appalti, consulenze. “Nella pubblica amministrazione – sottolineano – esiste una normativa e delle regole che prevedono passaggi molto precisi. Si tratta di regole che potranno anche essere imperfette, ma non sono certo facili da bypassare. Siamo certi che regole simili siano state e vengano osservate in Poste Spa? Siamo certi che le spese, di vario tipo, possano essere definite come rispondenti alla massima trasparenza? E’ possibile affermare con certezza che tra i membri del Cda e gli assegnatari dei servizi e acquisti non vi sia, ad esempio, conflitto di interessi?” Interrogativi, aggiungono le Federazioni Pubblico Impiego, “che esigono delle risposte chiare e puntuali, essendo lo Stato unico azionista della spa postale”. (…)

Tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy