Rimini. Tassa di soggiorno non versata: albergatori condannati per peculato

Tassa di soggiorno non versata: albergatori condannati per peculato

Una ventina di imprenditori nel mirino: pene comprese tra sei mesi e due anni di reclusione Rinviati a giudizio gli imputati che non hanno chiesto riti alternativi: andranno a dibattimento

Non versarono la tassa di soggiorno, albergatori condannati per peculato. Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Rimini Benedetta Vitolo ha riconosciuto come penalmente responsabili per l’ipotesi di reato ipotizzata dall’accusa i legali responsabili di una ventina di hotel di Rimini e provincia che avevano scelto di essere giudicati con rito abbreviato. Agli imputati sono state inflitte condanne che vanno da sei mesi a due anni di reclusione, entro il perimetro della sospensione condizionale della pena per chi può usufruire del beneficio. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy