Nuova piscina comunale a Rimini, il Comune dà il via libera al progetto definitivo

La giunta comunale di Rimini approva il progetto definitivo per la nuova piscina comunale: un centro polifunzionale all’avanguardia, il primo impianto sportivo di nuova generazione.

Prosegue, dunque, il percorso verso la realizzazione della nuova piscina per la città di Rimini, dichiara il Comune di Rimini in una nota in seguito all’approvazione del progetto definitivo del nuovo impianto sportivo comunale dedicato al nuoto, “una struttura polifunzionale e all’avanguardia di nuova generazione, che andrà ad aumentare la dotazione di servizi dedicati allo sport della città e in particolare nel quadrante nord del territorio”.

Il nuovo polo dell’acqua “andrà non solo a colmare una lacuna nell’offerta di impiantistica sportiva, ma si proporrà come nuovo fulcro delle connessioni con il contesto e motore per meccanismi di riqualificazione ambientale, sociale ed economica, attraverso l’inserimento di funzioni complementari alla piscina”.

Il progetto, “dal valore complessivo di 8 milioni di euro, ed è stato candidato al bando Pnrr (missione ‘sport e inclusione sociale’) aggiudicandosi un contributo di 2,1 milioni di euro, recentemente ufficializzato”.
Il cronoprogramma per la realizzazione dell’opera “seguirà, quindi, le tempistiche dettate dal Piano nazionale, che prevede l’aggiudicazione dei lavori entro il marzo del prossimo anno, con l’avvio degli interventi entro la primavera”.

Il nuovo complesso sportivo “nascerà a Viserba Monte, nell’area tra via Sacramora e via Baroni, e sarà dotato di una vasca principale da 10 corsie, con dimensioni 25×25 metri e profondità variabile da 1,50 a 2 metri e due vasche dedicate all’acqua fitness, avviamento al nuoto per ragazzi e avvicinamento al nuoto per bambini”.

La nuova struttura “sarà realizzata con elevate performance a livello energetico, con standard superiori a quelli, già elevati, previsti dalle attuali normative vigenti”.
In particolare, “sarà migliorata di un ulteriore 20% i parametri Nearly Zero Energy Building (NZEB), ovvero edifici ad elevata efficienza energetica il cui funzionamento richiede una quantità di energia quasi zero, che permetterà non solo un notevole risparmio energetico ma anche una ottimizzazione e comfort della qualità generale degli ambienti vissuti quotidianamente dai fruitori della piscina”.

Inoltre, “sono previsti un impianto fotovoltaico e un impianto solare-termico per soddisfare per intero il fabbisogno del complesso di energia elettrica ed acqua calda sanitaria”. L’impianto “sarà privo di barriere architettoniche per garantirne la completa accessibilità”.

Il progetto, “redatto da un raggruppamento guidato dallo studio Settanta7 Srl – comprende una tribuna spettatori, per una capienza massima di 150 persone”.

E ancora: “Grandi vetrate assicureranno la presenza visiva costante del verde offerto dal Parco. Sono previsti spogliatoi distinti per adulti e per bambini, oltre a quelli riservati a istruttrici e istruttori del personale o giudici di gara. Il progetto prevede la presenza di funzioni complementari alla piscina che possano essere di supporto alle attività dei nuotatori, per la promozione del miglioramento dello stile di vita e dell’attività fisica per la comunità. Sono previsti una palestra con spogliatoi dedicati, un negozio di articoli sportivi e un punto ristoro”.

La realizzazione della piscina “sarà accompagnata in una seconda fase da una serie di interventi di valorizzazione dell’area del parco, che sarà coordinata dall’amministrazione comunale di Rimini nell’ambito di un percorso partecipato con i residenti e gli operatori della zona”.

L’ampia area a verde, infatti, “sarà oggetto di un progetto di riqualificazione, con la realizzazione di un percorso ciclopedonale che collegherà le diverse funzioni presenti nel parco, l’inserimento di un’area gioco attrezzata per i più piccoli, un’area ristoro e picnic, un’area fitness, un’area gioco inclusiva, due aree sgambamento per cani, percorsi pedonali e parcheggio permeabile”.

“Acceleriamo su un’opera attesa da tempo, potendo anche contare sulle risorse del Pnrr appena stanziate – è il commento del Comune di Rimini –. Un impianto pubblico dedicato al nuoto funzionale, moderno e in grado soprattutto di rispondere all’altissima richiesta che arriva dalle società sportive, dalle famiglie e dalle scuole. Si andrà quindi a creare una sorta di centro sportivo indoor e outdoor, grazie ad un complessivo intervento di valorizzazione del comparto, con funzioni per la promozione del benessere e della socialità, in linea con i principi del Pnrr che vede nello sport motore anche di riqualificazione urbana”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy