Nuovo comunicato di NO ALUTITAN2

Comunicato N°5

Anche Benedettini Ernesto (Consigliere PDCS) vorrebbe omaggiare

Chiesanuova di un polo metallurgico

Non si capisce bene se parla titolo personale o quale esponente della Democrazia Cristiana.

Parla politichese e fra ridondanti giri di parole in cui accusa il Governo di non preoccuparsi abbastanza delle industrie che vogliono espandersi, (pratiche vecchie che sono passate anche sui tavoli del suo partito senza risposta alcuna) invita ad accettare tutto e tutti , in nome del progresso, dello sviluppo e dell’occupazione. Lui, a differenza di Felici e Merlini ha almeno ricopiato la frase “purchè sia uno sviluppo sostenibile”…

Benedettini non crediamo parli a nome della Democrazia Cristiana, i cui membri di Sezione e del Direttivo sono fra i 340 firmatari dell’esposto (gli altri sono nella Giunta di Castello di Chiesanuova che all’unanimità ha chiesto di scongiurare il pericolo Alutitan2). Lo fa quindi come imprenditore e in nome di una solidarietà di categoria o di affari. Libero di farlo. Ma se parla da” imprenditore” non deve usare il politichese quando si rivolge ai Cittadini che liberamente, con fatti e parole, esprimono le loro opinioni.

Dire :”Sono comprensibili le preoccupazioni di una larga parte dei cittadini, quando si creano falsi allarmi, ad uso e consumo di chi ha qualche interesse molto meno nobile di quello della tutela dell’ambiente, dell’inquinamento o dell’aumento del traffico stradale.” fa parte del linguaggio criptato, retaggio del suo passato di politico. Sa che non corrisponde a verità, magari deve un favore a qualcuno…

Rispetti i liberi Cittadini che si impegnano per difendere la vivibilità del proprio Castello e da due mesi cercano di rendere pubbliche le motivazioni di una battaglia e l’angoscia di molti residenti, senza una riga di solidarietà da nessun partito di opposizione. Chi ha governato negli ultimi anni, ha già troppo da farsi perdonare dalle future generazioni, non occorre aggiungere altri scempi che ricadranno, inevitabilmente, su di loro.

A favore del polo metallurgico di Chiesanuova si sono schierati:

ANIS (ce lo aspettavamo),

Sindacati,nelle persone di Felici e Merlini ( ne siamo rimasti stupiti ),

ora si aggiunge Benedettini Ernesto, esponente di un partito dal quale molti davano per scontato un appoggio.

A questo punto non ci resta che sperare nella sensibilità e lungimiranza del Governo della Repubblica.

I rappresentanti dei 340 residenti firmatari di NO ALUTITAN2

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy