“Per gite scolastiche e gruppi il ponte di Pasqua è già perduto”

“Per gite scolastiche e gruppi il ponte di Pasqua è già perduto”

“Siamo di nuovo fermi. Le altre attività, cito per tutti i ristoranti, sono in grado di ripartire, una volta giunto il via libera dal governo, nel giro di qualche giorno. Il nostro settore ha bisogno di fare programmazioni di 6-7 mesi, e le ultime restrizioni su turismo e viaggi del governo italiano, con l’introduzione di Green Pass anche per i vaccinati e quarantene per i non vaccinati provenienti dall’estero, ci ha tagliato le gambe”. Così Giovannino Montanari, titolare della Montanari Tour e presidente provinciale della Fiavet, la Federazione agenzie di viaggio e tour operator.

Va peggio per l’incoming, i turisti in entrata in Italia, o l’outgoing, quelli in uscita? “Certamente sta peggio chi lavora con questi ultimi. I piccoli tour operator, che lavoravano con le Canarie, o i Caraibi, durante la pandemia hanno di fatto perduto il prodotto. E sono vicini allo zero”. (…)

Non prevede una ripresa a primavera? “Al momento l’unica certezza è che Pasqua, come turismo organizzato, gruppi e gite scolastiche, la perderemo. E il resto è una grossa incognita”.

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy