‘Presente e futuro dei sistemi di videosorveglianza per la sicurezza urbana’

UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

Università degli Studi della Repubblica di San Marino

Tel. 0549-882540

Lorenzo.bertozzi@unirsm.sm

Comunicato

Venerdì 8 maggio ore 9,30 Teatro Concordia Borgo Maggiore

Gli italiani ed i Sammarinesi hanno paura. La microcriminalità fa registrare una escalation allarmante e le forze dell’ordine sono insufficienti per fronteggiare adeguatamente il fenomeno. “Presente e futuro dei sistemi di videosorveglianza per la sicurezza urbana”Soprattutto nelle metropoli il “pacchetto sicurezza” è all’ordine del giorno. Si tenta a fatica di predisporre adeguate strategie per far fronte all’integrazione degli immigrati, agli scippi, rapine, furti negli appartamenti e perfino omicidi. Alla luce di questa drammatica realtà si impongono riflessioni su interventi mirati per combattere l’insicurezza urbana. In questo contesto un ruolo importante ha già avuto, e dovrà sempre più avere, la tecnologia con la videosorveglianza e il controllo integrale e mirato del territorio.

Con il preciso obiettivo di mettere a fuoco nuove e più efficaci strategie si svolgerà l’ 8 maggio pv, a San Marino il Convegno “Presente e futuro dei sistemi di videosorveglianza per la sicurezza urbana” organizzato dal Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università di San Marino in collaborazione con il Dipartimento di Economia e Tecnologia e con il patrocinio delle Segreterie di Stato agli Affari Interni e la Protezione Civile, per gli Affari Esteri e Politici, per l’Istruzione, la Cultura, Università e Politiche Giovanili. Lo scopo è quello di individuare le politiche e le strategie per far fronte all’allarmante fenomeno della criminalità.

L’esigenza di sicurezza locale – non riconducibile ad uno specifico evento scatenante ma alla complessità situazionale (aumento della portata migratoria, crescita della microcriminalità, maggiore visibilità dei fenomeni di devianza e di inciviltà, fallimento del sistema della giustizia penale, mancanza di relazione fra Istituzioni e cittadinanza, indebolimento delle forme di controllo informale) – si è manifestata con notevole ritardo rispetto al panorama europeo ed internazionale, finendo tuttavia per allinearsi con le esperienze maturate già da molti decenni nei Paesi Anglosassoni.

La presenza di una microcriminalità diffusa, in aggiunta a condotte disturbanti e a molteplici forme di inciviltà, ha generato nei cittadini una forte preoccupazione sociale, capace di sfociare in una vera e propria paura a proposito del rischio personale di vittimizzazione. Recenti dati empirici segnalano un diffuso senso di insicurezza, che accresce il disagio e il malessere del vivere urbano: da tempo infatti la sociologia e la criminologia hanno evidenziato tali aspetti degenerativi e le conseguenti forme di degenerazione da parte dei cittadini.

L’ingresso al Convegno è libero , per ulteriori informazioni telefonare al n. 0549-882512 oppure consultare il sito dell’Università www.unirsm.sm

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy