Relazione indagine Carisp, ordine del giorno approvato dal Consiglio

Sulla relazione della  Commissione Consiliare di inchiesta su presunte responsabilita’ politiche o amministrative legate alla vicenda “Cassa di Risparmio”, ordine del giorno approvato da tutti i presenti (non si sa quanti) con la sola astensione del Consigliere indipendente Luca Lazzari.

‘Il Consiglio Grande e Generale, preso atto dei contenuti
della relazione della Commissione d’inchiesta su presunte responsabilità politiche
e amministrative legate alla vicenda Cassa di risparmio, preso  atto dell’intenso lavoro profuso dai membri
della Commissione che hanno prodotto una relazione conclusiva unanime, aderente
al mandato ricevuto, obiettiva e organica, nonostante la complessità dei fatti
e delle informazioni esposte, che permette di analizzare, oltre ai fatti, anche
dinamiche e logiche che hanno caratterizzato la vicenda in esame;  

Condivide le conclusioni e valutazioni, nonché le considerazioni
finali della Commissione, Conferma il giudizio negativo riferito ai rapporti
dell’allora consigliere Gabriele Gatti con la procura di Forlì, espresso
nell’ambito della relazione che la Commissione ha ritenuto contrari agli
interessi di Cassa e della Repubblica di San Marino;
Considerato che le vicende e i fenomeni esposti sono ancora sono oggetto di accertamento
e di indagini avviate dalla magistratura sammarinese e italiana;

Si riserva ulteriori approfondimenti e valutazioni alla
luce delle risultanze dei procedimenti in atto; Condivide l’opportunità di
avviare, nell’ambito del più generale confronto sulle strategie per il rilancio
e il rafforzamento del sistema Paese, politiche idonee a risolvere le criticità
evidenziate nella relazione che hanno impedito una più decisa e organica azione
di sistema di fronte ai pericoli per la stabilità del comparto bancario e finanziario;

Condivide altresì la raccomandazione della commissione a
una maggiore azione corale di tutte le istituzioni sammarinesi nel fare sistema
a  tutela del Paese, sia in ambito
economico che istituzionale anche nel contesto dei rapporti internazionali”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy